Quantcast

Maremma Challenge: al via il progetto di cicloturismo che fa scoprire la provincia

GROSSETO – Attraversare tutta la Maremma in bici, tra sentieri nel bosco e strade bianche, borghi medievali e panorami mozzafiato. Un percorso di 578 chilometri a disposizione di un gruppo di bikers e cicloturisti che lo percorreranno in 12 tappe di circa 50 chilometri l’una.

La prima edizione della “Maremma Challenge e-bike ultra trail epowered by Bosch” parte mercoledì 21 aprile alle 8 dal centro storico di Massa Marittima. La manifestazione nasce dall’idea di Giovanni Pettinari, presidente dell’associazione “Maremma mobilità sostenibile” e coordinatore del cicloturismo Uisp Grosseto, impegnato da anni nella messa a punto di un circuito che unisca i percorsi della Maremma dedicati agli amanti del cicloturismo, ed è stata realizzata dall’imprenditore Ernesto Hutmacher con il suo team di “Bike Garage & More”. Un grand tour in bici con pedalata assistita che si snoda in varie tappe di cambio batteria e ristoro tra i Comuni di Massa Marittima, Roccastrada, Arcidosso, Roccalbegna, Sorano, Pitigliano, Manciano, Orbetello, Argentario, Grosseto, Castiglione della Pescaia, Scarlino e Follonica.

L’evento sarà anche l’occasione per inaugurare il primo spazio multifunzionale di ritrovo per gli appassionati di bici e di turismo lento, “Bike Garage & More”, che si trova nel cuore di Massa Marittima, in via Butigni 4, a due passi dalla cattedrale di San Cerbone. E non solo. Durante la manifestazione verrà presentato il circuito delle 3M, un anello di circa 65 chilometri che collega Massa Marittima, Monterotondo e Montieri e che presto includerà anche Roccastrada. È il primo collegamento sentieristico a livello provinciale, un incentivo per creare una rete per gli appassionati delle due ruote su tutto il territorio. Alla Maremma Challenge parteciperanno due professionisti di livello mondiale, Martino Fruet e Marco Aurelio Fontana, e altri sportivi locali e stranieri. Seguiranno il gruppo anche due blogger con la passione della due ruote, Elena Martinello e Arianna Hutmacher dell’associazione sportiva “Ride like a girl project” che promuove la cultura della bicicletta. Gli atleti percorreranno – in circa 37 ore pedalate – 578 chilometri con 14.200 metri di dislivello.

Sostengono il progetto anche la Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica. «Parliamo sempre più spesso di economia verde – spiega l’assessore regionale al Turismo Leonardo Marras – e di approccio sostenibile, anche al turismo. Credo che questo progetto incarni al meglio il proposito, perché nasce dall’amore per il territorio e la sua cura con l’obiettivo di far conoscere e scoprire la Maremma in bicicletta godendosi, chilometro dopo chilometro, le bellezze della nostra terra. Come Regione abbiamo investito molto sulla diffusione della cultura green con varie azioni e campagne a partire dalle spiagge, con “Toscana plastic free” e il progetto “Costa e Isole di Toscana”, per arrivare ad ogni settore. Anche nella campagna di promozione “Toscana, Rinascimento senza fine”, che partirà nelle prossime settimane, al turismo sostenibile e slow sarà dedicato uno spazio rilevante. Inoltre, abbiamo avviato insieme ai 28 ambiti turistici la costruzione del prodotto omogeneo ‘bike’ che porterà ad avere una grande e unica mappa della Toscana ciclabile. Maremma Challenge può costituire un circuito ricorrente negli anni davvero specializzato. È il primo con l’uso dell’e-bike e si aggiunge ai grandi eventi già ospitati in Maremma nel passato; oggi è accanto alle grandi manifestazioni di rilievo internazionale che fanno della Toscana del cicloturismo una delle destinazioni più importanti a livello internazionale. Abbiamo accolto volentieri la proposta di coinvolgimento supportando l’evento con Toscana Promozione Turistica e Visittuscany. Siamo pronti per lavorare insieme anche alle prossime edizioni. In bocca al lupo a tutti i partecipanti e… buona Maremma!».

Anche l’agenzia regionale Toscana Promozione Turistica sostiene l’iniziativa. «Il bike – dichiara il direttore Francesco Palumbo – è uno dei principali prodotti sui quali la Regione ha avviato un percorso partecipativo per dare vita ad un prodotto turistico omogeneo. L’unione delle forze attraverso la chiave di lettura del cicloturismo, come sinonimo di motivazione di viaggio sostenibile, è determinante per diversificare e ampliare l’offerta turistica. Un trend che fa parte del piano operativo regionale e delle prossime azioni di promozione turistica proprio perché l’interesse per il bike è trasversale e accomuna molti segmenti di domanda nazionale e internazionale di chi vuole fruire di esperienze legate al mondo della due ruote, come ad esempio vacanze in bicicletta e in mountain bike. Tutte componenti di offerta presenti in Maremma, ben evidenziate con questa iniziativa, e che si integrano con la già ricca proposta della destinazione».

Una manifestazione che coinvolge l’intera provincia di Grosseto. «Progetti come la Maremma Challenge rappresentano per la Maremma una sfida da cogliere e vincere – dichiara il presidente della Provincia di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna –: abbiamo un territorio perfetto per accogliere gli appassionati delle due ruote, con percorsi e strade immersi nella natura che rendono unica l’esperienza di chi li percorre. Sono orgoglioso quindi di poter battezzare questa iniziativa che mi auguro prosegua nel tempo e sia da incentivo per il territorio».

La città che ha dato i natali al progetto è Massa Marittima. «Il percorso delle 3M che inauguriamo in contemporanea con la manifestazione – spiega il sindaco Marcello Giuntini – coinvolge tre Comuni dell’Unione delle Colline Metallifere, di cui sono presidente, e presto anche Roccastrada. Si tratta di un circuito ad anello di circa 65 chilometri, percorribile da tutti gli appassionati del cicloturismo. Un modello che può essere esteso a tutto l’Ambito della Maremma Nord e non solo, che completa e migliora l’offerta turistica territoriale. Il turismo esperienziale legato al mondo della bici oggi dà ottimi riscontri in termini economici: chi ama le due ruote non può non amare la Maremma e su questo istituzioni e privati devono far leva».

Perché la Maremma ha un fascino selvaggio ancora in parte da scoprire e valorizzare. Lo sa bene Giovanni Pettinari, grande conoscitore del territorio e del mondo bike. «La Maremma si è fermata nel tempo – spiega l’ideatore della manifestazione –: non ci sono infrastrutture impattanti, non c’è stata una cementificazione massiva, e la natura ancora domina. Abbiamo sentieri nei boschi e strade poco percorse che possono essere definite già così come sono delle piste ciclabili. L’idea è stata quella di rendere possibile un tour della Maremma attraverso le antiche mulattiere che toccano luoghi che amo definire magici, dove ancora ci sono tracce del passato e da dove si possono ammirare panorami meravigliosi. Da adesso tutti potranno percorrere questi sentieri e scoprire la Maremma in ogni suo aspetto».

Dall’idea all’organizzazione. «La Maremma Challenge – spiegano Ernesto Hutmacher, Carlotta Poggiaroni e Valentina Fedele del team “Bike Garage & More” – è un progetto di promozione di destinazione turistica che permetterà alla Maremma di diventare una meta d’eccellenza a livello internazionale per il turismo sportivo, lento e sostenibile. Infatti i 578 chilometri di percorso potranno essere fruiti in autonomia dai rider e dai cicloturisti in base alle loro preferenze e delle loro capacità, per scoprire la bellezza del territorio in qualsiasi momento dell’anno. Le parole chiave del progetto sono emozione, divertimento e sicurezza: tutti i partecipanti avranno un dispositivo live-tracking (ProteGear e LifePass) e saranno monitorati in tempo reale dalla sede di Bike Garage & More. L’obiettivo del nostro team è di offrire una consulenza integrata alle destinazioni e strutture che desiderano diventare bike-friendly e di creare una rete di diversi anelli sentieristici a livello provinciale, come il circuito delle 3M».

Un percorso che si snoda attraverso incantevoli borghi medievali, il lunare Parco delle Colline metallifere, le suggestive faggete del monte Amiata, le straordinarie Città del Tufo, gli indimenticabili scorci dal promontorio dell’Argentario ed altre location da togliere il fiato. Gli atleti percorreranno il circuito in circa 37 ore: il percorso è diviso in 12 tappe di circa 50 chilometri l’una, con tracce gpx scaricabili da subito sulla piattaforma “Komoot” nel profilo di Bike Garage & More. Successivamente per chi vorrà percorrere il circuito verrà adottato il brevetto Uisp “Maremma Challenge” dell’associazione “Maremma mobilità ecosostenibile” che prevede l’utilizzo di Road book per certificare il passaggio dei rider in ogni tappa. Chi concluderà il tour entro 12 mesi dalla sua partenza avrà in premio un prodotto del territorio e un omaggio sponsorizzato dall’azienda Scott, tra i leader del settore bike.

La Maremma Challenge è un evento promozionale annuale sostenuto dalla Regione Toscana, da Toscana Promozione Turistica e reso possibile grazie al supporto di Bike Service e Amiata Outdoor e di sponsor come Bosch, Scott, Schwalbe, Komoot, Supertrail.guide, Bonifiche Ferraresi, MorisFarms, Tenuta del Fontino, Massa Vecchia Bike Hotel, Agriresort La Colombaia, Residence Massa Alta.

L’inaugurazione per la stampa dello spazio multifunzionale “Bike Garage & More”, è in programma martedì 20 aprile alle 18. Informazioni su www.bikegarageandmore.com.

Commenti