Quantcast

Sport nei parchi, al via il bando: gli spazi pubblici all’aria aperta per le associazioni

Più informazioni su

ROCCASTRADA – Si apre oggi la manifestazione di interesse promossa dal Comune di Roccastrada per l’individuazione delle associazioni sportive interessate ad aderire al progetto “Sport nei parchi”, il progetto recentemente approvato dalla Giunta comunale il cui obiettivo è quello di promuovere l’attività motoria nei parchi e negli spazi pubblici nel pieno rispetto della normativa vigente in materia anti-covid.

L’Amministrazione comunale ha deciso con deliberazione di Giunta 29 del 7 aprile scorso di mettere gratuitamente a disposizione alcuni spazi pubblici per lo svolgimento di attività sportive durante la vigenza della zona “gialla” o “arancione”, come misura di sostegno agli operatori del settore (associazioni, società sportive, palestre, ecc.) colpiti dagli effetti della pandemia da Covid-19.

La volontà è quella di creare occasioni di esercizio guidato di attività motoria in spazi all’aperto nel rispetto integrale delle attuali normative in materia di igiene, sicurezza e distanziamento sociale.

Il progetto mira a favorire non solo i bambini e ragazzi che vogliono svolgere attività motoria individuale ma non hanno la possibilità di essere accompagnati, ma anche quegli adulti che intendono praticare attività motorie guidate.

Queste le aree comunali individuate e che possono richieste dai soggetti interessati:

1) Roccastrada: a) Parco del Chiusone; b) Parco Portoncino;
2) Ribolla: a) Piazzale della Paga; b) Porzione di area verde davanti campo da tennis;
3) Sassofortino: Parco Fonte di Vandro;
4) Roccatederighi : Pista polivalente di via Gorizia;
5) Sticciano: Pista polivalente di Via Vecchia;
6) Montemassi: Pista polivalente;
7) Torniella-Piloni: Pista polivalente in loc. Piloni.

Lo svolgimento delle attività all’aperto sarà disciplinato da apposita convenzione con cui gli operatori si impegneranno alla completa osservanza delle regole di prevenzione per il contagio da Covid 19 imposte dalle vigenti norme nazionali e regionali e delle ulteriori eventuali prescrizioni previste dall’amministrazione comunale.

“L’obiettivo di questa iniziativa – queste le parole dell’assessore alle attività produttive Elena Menghini – è quello di aiutare in maniera concreta questo settore mettendo a disposizione gratuitamente delle aree pubbliche e far passare l’idea che l’attività sportiva può essere fatta in sicurezza. Il Comune intende sostenere con questa ed altre iniziative che metteremo in campo nei prossimi mesi, il settore dello sport, fortemente penalizzato dall’emergenza sanitaria e al contempo dare la possibilità ai nostri cittadini di praticare attività sportiva all’aria aperta in piena sicurezza, all’insegna di un corretto stile di vita sempre indispensabile”.

“Riteniamo che in questa fase sia importante – queste le parole della vice Sindaca assessore allo sport Stefania Pacciani – fornire un segnale anche in chiave di ripresa a quelle attività che per troppi mesi sono rimaste ferme a causa del Covid ed iniziare nuovamente a fare attività all’aria aperta non può che costituire un segnale importante per le associazioni, società e palestre che contano numerosi associati. L’invito ad aderire a questo avviso è rivolto a tutte le fasce di età anche in chiave di ripresa della socializzazione, ovviamente nel massimo rispetto delle misure di contagio, con la speranza che di qui a breve tutto il mondo sportivo possa riprendere le proprie attività nella normalità”.

Le associazioni/società sportive che intendono aderire all’iniziativa – oltre ad avere a disposizione la PEC istituzionale dell’Ente: comune.roccastrada@postacert.toscana.it – possono contattare l’UO3 “Sociale – Servizi alle Associazioni e alle Imprese – Comunicazione” nelle persone di Massimo Tronconi o Marzio Marziali inviando una mail a m.tronconi@comune.roccastrada.gr.it o a m.marziali@comune.roccastrada.gr.it, oppure telefonando ai numeri: 0564/561222 – 561218.

Entro 10 giorni dalla pubblicazione del presente avviso, a seguito di ogni manifestazione di interesse sarà aperto uno specifico tavolo di confronto per concordare modalità e forme di utilizzo degli spazi pubblici in relazione alle esigenze dell’associazione/società, per arrivare di concerto ad individuare la forma più idonea di sostegno allo svolgimento delle attività all’aperto.

Più informazioni su

Commenti