Quantcast

Progetto “Firewise”: al via ai lavori per difendere le case dagli incendi

SCARLINO – Il progetto “Firewise” è iniziato: le Bandite di Scarlino sono al lavoro per creare una fascia di protezione di circa due ettari a Portiglioni, nella frazione del Puntone.

Il progetto “Med coop fire”, finanziato dalla Regione Toscana, ha come finalità quella di proteggere da incendi l’abitato di Portiglioni attraverso una serie di interventi che coinvolgono anche i residenti.

Scarlino è la prima realtà ad entrare nel programma della Regione Toscana che s’ispira a consolidate realtà internazionali (spagnole e statunitensi) per promuovere sul territorio la nascita di “comunità antincendi boschivi” (Firewise) che uniscano pubblico e privato in azioni comuni.

L’ente regionale ha sottoscritto un protocollo di intesa con l’Associazione statutinense Nfpa (National fire protection association) per l’utilizzo del marchio “Firewise” proprio per la costituzione di queste comunità sul territorio regionale. Scarlino, con l’area di Portiglioni, è tra le prime realtà a sperimentare il progetto.

«I lavori stanno procedendo secondo il programma – spiega il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Luciano Giulianelli –: gli operai stanno riducendo la vegetazione per assicurare una discontinuità nell’area boschiva. La zona è stata scelta perché strategica: si tratta di circa due ettari. Nei prossimi giorni incontreremo i residenti di Portiglioni, le istituzioni e le associazioni di volontariato per costituire la comunità “Firewise”. In questo progetto i cittadini hanno un ruolo molto importante: l’ente pubblico si occupa degli spazi comuni mentre gli abitanti delle loro proprietà, con piccoli accorgimenti per ridurre al minimo il rischio di incendi. È un’iniziativa fondamentale per tutelare l’abitato da possibili danni e salvaguardare l’incolumità dei cittadini».

Commenti