Quantcast

Toscana in zona arancione: le nuove misure scattano da lunedì. Ci saranno anche zone rosse

Più informazioni su

GROSSETO – La Toscana dopo due settimane torna in zona arancione. La decisione è stata presa dopo l’analisi dei dati da parte della cabina di regia per l’emergenza coronavirus. Il ministro della salute Roberto Speranza nelle prossime ore firmerà l’ordinanza che renderà il passaggio ufficiale a partire da lunedì 12 aprile. La comunicazione è arrivata direttamente dal ministero della salute.

All’interno della Regione comunque saranno istituite delle zone rosse locali. A confermarlo anche lo stesso presidente della Regione Eugenio Giani intervenuto in diretta in una trasmissione televisiva su Rai 1.  Per sapere però quali saranno le zone da lockdown locali si dovrà aspettare le comunicazioni ufficiali della Regione Toscana.

L’evoluzione del contagio in provincia di Grosseto – La Maremma ha reagito bene. Le misure di contenimento introdotte nelle scorse settimane e le zona rosse, prima locali, e poi di tutto il territorio hanno portato benefici importanti, ridotto l’impatto del virus e piegato a curva del contagio. A dirlo i dati sull’incidenza del virus. Secondo i dati (aggiornati a mercoledì scorso) tutta a provincia di Grosseto aveva un indice di 133 nuovi casi settimanali ogni 100 mila abitanti. Buoi anche i dati nelle due aree distretto in cui è divisa la provincia: nell’area grossetana il dato è 137, mentre nella zona delle Colline dell’Albegna è d 117. Prendendo a riferimento il comune capoluogo il dato è di 195. Questo quindi fa pensare che tutta la provincia di Grosseto sarà esclusa dalle limitazioni locali. Ricordiamo che la Toscana è in zona rossa dal 29 marzo e che dal 22 marzo erano già in zona rossa i comuni di Grosseto, Castel del Piano e Arcidosso; addirittura dal 15 marzo il comune di Scarlino.

La situazione in Italia – Passano in area arancione la Toscana, l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia, la Lombardia e il Piemonte. In rosso ci saranno Puglia, Val d’Aosta, Sardegna.

 

Più informazioni su

Commenti