Quantcast

Vaccini: il Consiglio “salva” Bezzini. Via libera alla commissione speciale

FIRENZE – Il Consiglio regionale ha respinto la mozione della Lega riguardante la sfiducia all’assessore al Diritto alla salute e sanità Simone Bezzini. La votazione è arrivata durante la seduta straordinaria del Consiglio di ieri sulla situazione vaccinale toscana, dove, tra le altre cose, è stata respinta la richiesta dell’istituzione di una Commissione d’inchiesta per “verificare le misure messe in atto dalla Giunta e dal Sistema sanitario regionale”, proposta da Fratelli d’Italia, Movimento 5 stelle e Forza Italia, ed istituita la Commissione speciale “per il sostegno, il monitoraggio e controllo della campagna vaccinale per la prevenzione delle infezioni da Sars-Cov-2” proposta dalla Lega.

consiglio regionale 2015

Sfiducia a Bezzini, il Consiglio respinge la mozione della Lega

Ma procediamo con ordine. La mozione per esprimere “il proprio non gradimento nei confronti dell’assessore al Diritto alla salute e sanità, Simone Bezzini”, dimostratosi  “inadeguato al ruolo in questo momento storico” è stata respinta a maggioranza. L’atto, presentato dal gruppo della Lega con prima firmataria la capogruppo Elisa Montemagni, ha visto i 25 voti contrari della maggioranza (Pd, Italia viva) e i 16 voti favorevoli di tutte le forze di opposizione (Lega, Fratelli d’Italia, Movimento 5 stelle e Forza Italia).

Come si legge nella parte narrativa della mozione, “l’andamento della campagna vaccinale in Toscana è da settimane sotto la lente di ingrandimento del Governo centrale e della stampa regionale e nazionale a causa di numerose criticità e situazioni ritenute meritevoli di approfondimento e chiarimenti”. Secondo i dati citati dalla consigliera Montemagni, in Toscana, alla data in cui è stato scritto l’atto di indirizzo, “risultano consegnate 708.970 dosi di vaccino”, dei quali 478.370 Pfizer/BioNtech, 60.500 Moderna e 170.100 AstraZeneca, e somministrate 614.168 dosi: 432.200 prima dose e 181.968 richiami”. Montemagni ha poi aggiunto che, in Toscana, dei 350mila ultraottantenni ”aventi diritto al vaccino in via prioritaria, come da Piano nazionale”, solo il 12,8% di esse risulta vaccinato con ciclo completo e il 24,1% solo con prima dose.

simone bezzini

Riguardo alla categoria degli estremamente fragili, Montemagni ha sottolineato che “si registrano difficoltà nell’andamento della campagna vaccinale e ritardi legati alle prenotazioni”, segnalando che il “portale regionale è incapace di gestire le numerose richieste” e che i vaccini disponibili vengono “esauriti pressoché immediatamente”. E per gli ultraottantenni “la Toscana risulta all’ultimo posto nella graduatoria nazionale per numero di vaccini somministrati”. Su questo specifico punto, la capogruppo della Lega ha precisato che “è opportuno segnalare l’utilizzo dubbio” del vaccino Pfizer, “che sarebbe stato somministrato anche ad altre categorie”.

L’aula respinge la richiesta di istituzione di una Commissione d’inchiesta

Si è passati poi ad un’altra votazione, quella sull’istituzione di una Commissione d’Inchiesta per “verificare le misure messe in atto dalla Giunta e dal Sistema sanitario regionale, degli atti e dei criteri seguiti per contrastare la pandemia da Covid-19 e in particolare gli acquisti e forniture dei Dpi e l’organizzazione, gestione e verifica della campagna vaccinale”. La proposta, come anticipato, è stata respinta a maggioranza dall’aula. Hanno votato a favore i gruppi proponenti (Fratelli d’Italia, M5s e Forza Italia), contrario il Pd, astenuta la Lega e non ha partecipato al voto il gruppo di Italia Viva.

La Commissione d’inchiesta, secondo i proponenti, come ha spiegato il primo firmatario Francesco Torselli (FdI) illustrando l’atto, dovrebbe “contribuire in modo proattivo e propositivo” a rendere più efficiente il programma vaccinale della Regione per il presente e il futuro.  Secondo Torselli, la commissione d’inchiesta “svolge un servizio a favore dei cittadini, perché vuole andare a capire, senza alcun fine di colpevolizzare qualsiasi persona, dove si è inceppata la macchina delle vaccinazioni”. Il consigliere ha annunciato che riproporrà l’istituzione della commissione all’Ufficio di presidenza.

Istituita Commissione speciale proposta dalla Lega

Durante la seduta del Consiglio regionale è stata però istituita la Commissione speciale per il monitoraggio della campagna vaccinale proposta dalla Lega. La proposta di delibera è stata approvata con il voto contrario di Fratelli d’Italia. “Questa commissione non dà risposte ai cittadini toscani, da qui il nostro voto contrario – spiega il consigliere di FdI Vittorio Fantozzi -. Non possiamo affiancarci nel lavoro in campo sanitario, senza prima fare chiarezza su ciò che non ha funzionato”.

Nel corso del voto sono stati approvati anche alcuni emendamenti proposti dal M5s, da Italia Viva e dal Pd.

Prima vaccinazione Astrazeneca 2021

“Con questa commissione intendiamo metterci in gioco, dare un accelerata al piano vaccinale e tenere sotto controllo l’operato della Giunta regionale”, ha sottolineato la capogruppo della Lega Montemagni.

Alla commissione sono attribuite una serie di funzioni. La prima di esse è quella di “attività di supporto e controllo circa le decisioni della Giunta” in merito alla campagna vaccinale per verificarne “la coerenza tra le attività”  messe in atto sia col “rispetto del Piano nazionale dei vaccini”, sia col rispetto alla risoluzione 15/2020 a suo tempo proposta dalla commissione Sanità e votata dal Consiglio regionale. La seconda funzione individuata è quella di “supporto trasversale e collaborazione istituzionale con le commissioni permanenti” per “formulare proposte e fornire documentazione di approfondimento alle stesse” sulle tematiche e gli atti che vertono “su argomenti inerenti l’attuazione del piano vaccinale”.

Infine, la proposta di delibera prevede che, con cadenza mensile, la commissione presenti al Consiglio regionale una relazione sullo stato e sulle criticità della campagna vaccinale in Toscana e che al termine dei propri lavori presenti all’Aula una relazione conclusiva sulle attività svolte.

Commenti