Quantcast

Lo ferma in mezzo alla strada e gli prende a bastonate l’auto: denunciato un 50enne

Più informazioni su

ARCIDOSSO – I Carabinieri della Tenenza di Arcidosso hanno individuato e denunciato un 50enne di origine albanese, il quale la settimana scorsa, armato di bastone, aveva danneggiato alcuni pannelli di segnaletica stradale, vandalizzando poco dopo un’auto di passaggio.

“L’uomo si aggirava sulla S.P. 7 brandendo un grosso bastone in legno – spiegano i Carabinieri – ed è stato visto da alcuni passanti mentre rompeva a bastonate uno specchio stradale posto ad un incrocio.

Poco dopo sulla strada è passato un automobilista, a cui il 50enne ha fatto segno di rallentare e accostare, come per voler chiedere un’informazione. Ma una volta fermato l’automobilista, l’uomo ha sferrato diversi colpi alla vettura: prima sul cofano, poi sul lato posteriore del veicolo, spaccando il lunotto. Da lì un crescendo di bastonate su tutta la macchina, che ha riportato vistosi danni su tutta la carrozzeria.

L’automobilista, atterrito dalla scena, ha lasciato sul posto l’auto, si è messo al riparo, e ci ha chiamati .

Nel frattempo erano giunte al 112 altre chiamate, e più pattuglie si erano messe alla ricerca del vandalo, il quale poco dopo veniva identificato e bloccato, vicino al campo sportivo di Arcidosso, ancora armato di bastone.

L’uomo, portato in caserma, non è sembrato presente a sé stesso, mostrando un atteggiamento fuori dal normale. Gli accertamenti sanitari immediatamente richiesti dai Carabinieri hanno infatti consentito al sindaco del piccolo Comune amiatino di emettere ordinanza immediata per un trattamento sanitario obbligatorio eseguito presso l’Ospedale di Grosseto.

Ulteriori accertamenti sulla posizione dell’uomo hanno fatto emergere la sua irregolarità sul territorio, in violazione di un provvedimento di espulsione emesso dal prefetto di Grosseto già nel 2018. Il 50enne è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica di Grosseto per danneggiamento aggravato e violazione delle norme sull’immigrazione”, concludono i Carabinieri.

Più informazioni su

Commenti