Quantcast

Covid a bordo, i Nas controllano i bus: temporaneamente sospeso un extraurbano

"Tiemme rispetta i protocolli, nessuna sanzione nei nostri confronti"

Più informazioni su

GROSSETO – Anche Tiemme Spa è stata interessata dalla serie di controlli che, in tutta Italia, hanno riguardato la presenza di tracce di Covid-19 a bordo della flotta del Trasporto pubblico attraverso tamponi ambientali.

In seguito ai sopralluoghi effettuati nei giorni scorsi all’interno della sede di Grosseto, un autobus extraurbano è stato temporaneamente sospeso dal servizio a partire dal giorno 26 marzo 2021, data di notifica di esito positivo rispetto ai rilievi effettuati il giorno precedente, 25 marzo.

In seguito alla notifica, Tiemme ha effettuato interventi di sanificazione straordinaria a bordo del mezzo interessato, sia tramite la ditta specializzata incaricata sia con proprio personale (con macchinario nebulizzatore di perossido di idrogeno). Gli interventi sono stati completati nella giornata di lunedì 29 marzo ottenendo, dalla compente Azienda Usl locale, il via libera per il ritorno all’abituale circolazione del mezzo nella stessa giornata.

Tiemme precisa che tutta la propria flotta è sottoposta a regolari e costanti interventi di sanificazione in linea con il Protocollo aziendale Covid-19 di cui l’azienda si è dotata nel rispetto delle disposizioni di legge. Inoltre, a bordo dei mezzi sono presenti gel igienizzanti per le mani e tutti i passeggeri sono obbligati ad indossare la mascherina di protezione individuale sia alla salita che durante tutto il viaggio, come riportano le varie informazioni distribuite sia a terra che a bordo dei mezzi.

“Ci preme innanzitutto rassicurare la nostra utenza sull’osservanza del Protocollo che abbiamo attivato per garantire la costante sanificazione di tutta la nostra flotta autobus su tutti i territori in cui operiamo – commenta il presidente di Tiemme, Massimiliano Dindalini -. Sia l’Usl che i Nas hanno evidenziato la correttezza ed il rispetto dei nostri protocolli non elevando sanzioni nei nostri confronti”.

Più informazioni su

Commenti