Quantcast

Vince 110 mila euro ma chiede il reddito di cittadinanza e lo usa per giocare on line

ORBETELLO – Ha richiesto il reddito di cittadinanza “dimenticandosi” di dichiarare una vincita da 110 mila euro. La Guardia di finanza di Grosseto e la tenenza di Orbetello hanno scoperto un uomo che usava il reddito di cittadinanza per ricaricare i conti di gioco on line.

Un uomo aveva percepito 6 mila euro di reddito di cittadinanza. Gli accertamenti delle fiamme gialle hanno preso in esame le Dsu (Dichiarazione sostitutiva unica) presentate nel tempo dal richiedente: l’uomo aveva indicato un patrimonio mobiliare pari a zero. Tuttavia, dalle indagini economico-finanziarie svolte dai militari è invece emerso come il soggetto, per ben due anni, sia stato titolare di svariati conti di gioco on-line, dalla cui analisi sono state riscontrate consistenti e ripetute vincite per oltre 110 mila euro, omesse nelle Dsu.

Nel corso degli approfondimenti, gli investigatori hanno riscontrato che lo scommettitore, non dichiarando nulla al fisco, ricaricava i conti di gioco proprio con il Reddito di cittadinanza, la cui finalità è invece ben altra poiché mira alla tutela dei cittadini più deboli e privi di sostentamenti.

L’indicazione dei redditi percepiti, comprese le cd. vincite ai giochi (che rientrano nella categoria dei “redditi diversi” ai sensi dell’art. 6 del DPR 917/86), è uno degli elementi necessari per essere ammessi al beneficio; la loro omissione costituisce grave violazione.

L’uomo è stato denunciato e rischia la reclusione da 2 a 6 anni. Inoltre i finanzieri hanno inviato una dettagliata segnalazione all’Inps per la revoca ed il recupero di quanto illecitamente percepito dal trasgressore.

Commenti