Quantcast

I pazienti di Cure palliative realizzano dei coniglietti di stoffa per i piccoli della Pediatria

Più informazioni su

GROSSETO – Sono morbidi e colorati e si chiamano “Pasqualino, il coniglio bambino”. Sono i pupazzi di stoffa, nati da un’idea dei pazienti del day hospital di Cure Palliative del Misericordia, per i bambini del reparto di Pediatria in occasione della Pasqua.

Un gesto di grande generosità che porta in sé l’amore e la solidarietà di un percorso di sofferenza comune a quello dei bambini in cura, in particolare di quelli che passano le festività pasquali ricoverati.

“I nostri pazienti hanno impiegato circa un mese per dare vita ai coniglietti pupazzo, tutti fatti a mano, una parte dei quali sono stati donati all’associazione La Farfalla che si integra e ci sostiene nei percorsi di assistenza territoriale e domiciliare – spiega la dottoressa Anna Paola Pecci, direttore Cure Palliative e Hospice – Ogni giorno, hanno dedicato tempo al progetto, inseguendo l’obiettivo di far felici i pazienti pediatrici. L’attività, devo dire, si è rivelata di grande sollievo anche per i pazienti stessi. E’ incredibile la generosità di chi, seppur in condizioni di salute estremamente serie, trova la voglia di fare del bene al prossimo. Un gesto spontaneo che è venuto dal cuore di ogni paziente che ci ha lavorato e che anche a noi professionisti fa particolarmente piacere per la collaborazione che abbiamo da anni con il reparto di Pediatria, nostro riferimento ospedaliero nel percorso domiciliare di Cure palliative pediatriche”.

Il pensiero di Catia, paziente ideatrice dell’iniziativa: “Cosa c’è di più allegro di fare qualcosa per i bimbi malati? Essere impegnati per i piccoli pazienti della Pediatria ci ha aiutato a superare la nostra malinconia ed essere più sereni”.

La gratitudine della dottoressa Susanna Falorni, direttore Pediatria: “Questo dono ha un valore e un significato particolari, è fatto dalle mani operose di chi conosce la sofferenza data dalla malattia e sa cosa si prova. Sono commossa dal pensiero che hanno avuto i pazienti delle Cure Palliative, che esprime perfettamente la sensibilità e la vicinanza ai bambini che assistiamo; per questo ringrazio loro e tutto il personale medico e infermieristico del reparto. I pupazzi Pasqualino sono adorabili, faranno la differenza in questa Pasqua inusuale e sono certa che i bambini ne andranno matti”.

Più informazioni su

Commenti