Quantcast

Discarica di pelli d’agnello. Azienda smaltiva così i rifiuti. Sequestrata

SEMPRONIANO – Un intero rimorchio pieno di pelli d’agnello, che sarebbero state interrate in maniera illegale se i carabinieri non avessero scoperto la cosa, denunciando dipendente e soci di un’azienda di Semproniano.

Sono stati alcuni cittadini a segnalare la cosa. Pochi giorni fa, i militari della stazione di Semproniano erano stati informati del fatto che un trattore, nelle prime ore del mattino, transitava per le vie della cittadina , trainando un vecchio rimorchio con un carico ben nascosto da un telo in nylon di colore scuro.

Il fatto ha insospettito i Carabinieri che si sono messi subito all’opera. A seguito di alcuni servizi di appostamento, i Carabinieri hanno colto in flagranza un uomo alla guida del trattore, che si apprestava a sversare il carico del rimorchio, costituito da pelli di agnello, nel terreno circostante.

Dai primi sviluppi dell’indagine è emerso che, da lì a pochi giorni, la discarica improvvisata sarebbe stata ricoperta con della terra, in modo da rendere non più visibili i rifiuti dispersi.

E’ poi emerso che l’operaio colto alla guida del trattore eseguiva solo le disposizioni impartite dai datori di lavoro: gli indagati sono infatti al momento quattro, tra cui il dipendente e tre soci, italiani del posto, di un’azienda locale a cui l’attività illecita scoperta risulta riconducibile. Il terreno interessato dalla discarica e il mezzo utilizzato per il trasporto sono stati sottoposti a sequestro probatorio.

Commenti