Quantcast

I Cavalieri paracadutisti di Savoia Cavalleria nel bacino di forze Nato Joint Rapid Response Forces

Più informazioni su

GROSSETO – Concluse presso l’area addestrativa di Monteromano (Viterbo) le attività a fuoco che hanno visto i Cavalieri paracadutisti cimentarsi in una serie di eventi addestrativi. Nei giorni scorsi, infatti, il personale del Reggimento “Savoia Cavalleria” (3°) ha portato a termine l’esercitazione “Pegaso 21”.

Nell’ambito del piano d’impiego integrato (PII) dei Comandi e delle Unità dell’Esercito (per il triennio 2020 – 2023), lo Squadrone Blindo Pesanti del Reggimento “Savoia Cavalleria” (3°) sarà messo a disposizione del bacino di forze Nato ad alta e altissima prontezza operativa, denominato Jrrf (Joint Rapid Reaction Forces). In tale contesto, è stato svolto un intenso periodo addestrativo, finalizzato alla condotta delle attività tattiche proprie dei plotoni blindo pesanti, nonché allo svolgimento di attività logistiche in ambiente ostile.

All’esercitazione hanno preso parte assetti provenienti dalla Brigata Informazioni Tattiche (un nucleo Raven del 41° reggimento “Cordenons” ed un Posto Intercettazione Mobile (Pim) del 33° reggimento EW), che hanno permesso alla catena di comando di esercitarsi in un ambiente multi-domain. L’opportunità addestrativa ha consentito, fra l’altro, di amalgamare conoscenze, preparazione e competenze dei nuclei tiratori scelti dei Cavalieri paracadutisti e dei colleghi del 187° Reggimento paracadutisti “Folgore”, in ambiente notturno.

Durante l’attività il Comandante della Divisione “Vittorio Veneto”, il generale Angelo Michele Ristuccia ha visitato il reggimento in addestramento presso Monteromano, avendo modo di assistere alla diramazione degli ordini e, successivamente, allo svolgimento dell’esercitazione a fuoco dei plotoni pesanti impegnati nell’esecuzione del “frenaggio”.

Gli assetti Jrrf rientrano in differenti livelli di prontezza incrementale, individuati come punto di mediazione fra le esigenze Nato e dell’Unione Europea, comunque sempre suscettibili di variazione in funzione del quadro geo-strategico e delle direttive delle Autorità di vertice dell’Alleanza Atlantica.

Più informazioni su

Commenti