Quantcast

Sconfitta a testa alta per l’Atlante contro l’Olimpia Regium, Izzo: «Siamo stati squadra vera»

Più informazioni su

GROSSETO – Sconfitta a testa alta per l’Atlante Grosseto, che in terra emiliana cede 5-2 contro la terza Olimpia Regium con una formazione di giovani e al temine di una buona prestazione. Orfano dei titolari Ledda, Varela, Spinelli e Tezza, svincolati, e privo dello squalificato Senesi, il team grossetano ha di nuovo attinto dal suo settore giovanile, che usufruirà degli ultimi turni di campionato per fare più esperienza possibile.

Locali subito disinvolti, in vantaggio con Akram al 9’ per poi raddoppiare con Ruggiero al quarto d’ora, ma i biancorossi fanno registrare una netta occasione da gol con Baluardi con Mazzariol che respinge la sfera sulla linea di porta. Altra chance sul fronte maremmano, parata da Vezzani. Nella ripresa Mazzariol firma il tris al 2’ ma un minuto dopo Mateo porta il risultato sul 3-1, da schema d’angolo. Al 7’ gloria per Aieta e al 14’ secondo centro personale di Ruggiero, mentre al 17’ il grossetano Falaschi sigla l’acuto del definitivo 5-2.

“Sono molto contento dell’atteggiamento tenuto dai nostri giovani – ha commentato il tecnico Alessandro Izzo – abbiamo fatto una partita ordinata, di sofferenza e sacrificio ma lo sapevamo. Siamo andati tutti bene, anche i portieri Tamberi e Pasquini, che è entrato a cinque minuti dalla fine. Ci spiace aver preso tre dei cinque gol subiti per errori nostri, ma questo Atlante è sempre stato combattivo, non si è mai arreso, è stato squadra vera”.

Questa la formazione dell’Atlante Grosseto: Tamberi, Cipollini, M. Putzu, Hrytsyk, Baluardi, Gianneschi, Falaschi, Caldarelli, T. Putzu, Pasquini e Mateo.

Questa la rosa dell’Olimpia Regium: Kalaja, Hassanein, Ederson, Akram, Bonini, Montanari, Ruggiero, Santoriello, Aieta, Karim, Vezzani e Mazzariol.

Più informazioni su

Commenti