Quantcast

Carlicchi: «Farmacie comunali di Grosseto non hanno aderito a tamponi per studenti»

GROSSETO – «Grosseto si distingue nell’assenza di lotta alla pandemia. La sua eccellenza è l’incuria del sistema comunale e la disattenzione alle misure di prevenzione che un po’ ovunque si stanno mettendo in atto. Non basta neppure la classificazione come Zona Rossa e le limitazioni alla libertà della popolazione» afferma Rinaldo Carlicchi, capogruppo consiliare Italia Viva Grosseto.

«I Comuni con maggior diffusione del virus hanno avviato “Territori sicuri”, il programma della Regione Toscana che prevede lo screening anticontagio con tamponi gratuiti per la popolazione. A Grosseto neppure se ne parla».

«Non solo. In Toscana studenti, loro familiari, e personale scolastico, possono fare gratuitamente un test antigenico rapido, andando in farmacia. Lo prevede un accordo tra la Regione Toscana e le organizzazioni sindacali Federfarma e Cispel, approvato con delibera di giunta regionale 169/2021» prosegue Carlicchi.

«Meno male che a Grosseto alcuni privati hanno aderito, altrimenti avremmo brillato, anche in questo caso, per totale assenza. La rete delle tanto decantate Farmacie Comunali grossetane, infatti, si guarda bene di fornire questo importante servizio alla popolazione».

«E allora… teniamoci stretta la Zona Rossa senza fare nulla per evitarla, senza fare nulla per limitare la diffusione del virus, confidando soltanto che la vaccinazione sia fatta prima possibile a tutti. Per Antonfrancesco Vivarelli Colonna non c’è vaccino che tenga! la cura che gli interessa è solo quella per se stesso».

Qui l’elenco delle farmacie

Commenti