Quantcast

Spadi: «L’Ospedale Misericordia ha bisogno di personale sanitario»

"Aumentare le risorse umane, accelerare le stabilizzazioni del personale sanitario accedendo a bandi e concorsi"

GROSSETO – “Purtroppo, i dati sui contagi di Grosseto non si arrestano. In questo momento abbiamo bisogno di soluzioni immediate e a lungo termine”.

E’ questo il commento di Donatella Spadi, consigliere regionale Pd e membro della commissione Sanità, sull’impennata dei contagi che negli ultimi giorni sta attraversando la provincia di Grosseto, in particolare la città, tanto da attivare la zona rossa per almeno una settimana.

“In sanità – spiega Donatella Spadi, consigliere regionale – il gioco di squadra è fondamentale. Il Misericordia di Grosseto sta giocando un ruolo fondamentale in questa terza ondata, che fino ad oggi ha visto ospitare pazienti extraterritoriali. Con l’aumento dei contagi il direttore sanitario ha sospeso il flusso dei degenti extra territoriali. Il nostro Ospedale sta aprendo un’altra ‘stecca’ di letti per aumentare i posti dedicati al reparto Covid, passando da 15 a 24, segno tangibile che i numeri stanno ancora crescendo e la situazione si sta facendo più difficile”.

“Il blocco dei ricoveri provenienti da altri territori – continua Spadi – è solo una delle soluzioni per evitare o diminuire la portata della terza ondata. Per il Misericordia c’è bisogno anche di altre risposte per fornire assistenza alle persone malate che richiedono un ricovero e cercare di mantenere in funzione tutte le attività ospedaliere extra Covid. Per farlo una delle soluzioni è quella di aumentare le risorse umane, accelerare le stabilizzazioni del personale sanitario, accedendo a concorsi e bandi di mobilità”.

“Il mio grazie va a tutto il personale sanitario, medici, infermieri e OSS, che ogni giorno lavorano duramente e con sacrificio per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso. Solo con il lavoro di squadra e con l’aiuto delle istituzioni, riusciremo a passare questa violenta ondata”, conclude.

Commenti