Quantcast

Pd: «Il sindaco si accorge delle difficoltà del piano vaccinale solo dopo aver offeso la minoranza»

MANCIANO – “Attacco offensivo e surreale dall’amministrazione comunale agli esponenti del partito democratico di Manciano per aver proposto l’individuazione di uno spazio pubblico da adibire a centro di vaccinazione nel territorio comunale per l’area interna del distretto sanitario Colline dell’Albegna”, scrive, in una nota, il segretario provinciale dem Giacomo Termine.

“E’ inaccettabile – prosegue – assistere a vergognose denigrazioni da parte dell’amministrazione comunale di Manciano, nei confronti del Partito democratico, che propone delle istanze al proprio sindaco, facendosi portavoce delle richieste dei cittadini. Questa violenza verbale non è consona per chi rappresenta un’istituzione”.

Giacomo Termine

“L’amministrazione comunale ha dichiarato cose differenti rispetto a quanto illustrato sulla stampa, sia nella conferenza capigruppo che in consiglio comunale – commenta il capogruppo di minoranza Giulio Detti -. Il sindaco si è limitato ad annunciare che la palestra di Marsiliana è stata scelta come unico centro di vaccinazione per l’intero territorio comunale. Sarebbe bastato fare il consiglio comunale in streaming e inserire la mozione come punto all’ordine del giorno per permettere un dibattito e di conseguenza fornire una corretta informazione ai cittadini, senza dover assistere ad uno spettacolo indegno su facebook”.

Giulio Detti

“Stiamo attraversando un momento difficile, nel quale le istituzioni locali dovrebbero farsi portavoce delle esigenze della popolazione, invece di rendersi conto delle difficoltà soltanto dopo aver denigrato gli esponenti delle opposizioni – dicono dal Pd mancianese -. L’aggressività dell’amministrazione comunale è inaccettabile e ci teniamo a ribadire che avremmo condiviso volentieri una riflessione sull’importanza dell’apertura di un hub vaccinale presso il capoluogo o quantomeno ci saremmo aspettati una corretta informazione alla cittadinanza. Porteremo avanti le nostre istanze, nell’interesse dell’intera comunità di Manciano e non ci facciamo di certo intimorire da chi neanche era presente al consiglio comunale”.

“Ecco la mozione consiliare presentata al consiglio comunale del 18 marzo, proposta neanche inserita all’ordine del giorno dal sindaco Mirco Morini – concludono dal Pd – per mostrare con massima serenità a tutti i cittadini che l’intento è stato e sarà sempre la tutela dell’interesse del nostro territorio e dei nostri concittadini”.

Di seguito il testo dell’atto:

Il sottoscritto Detti Giulio, capogruppo del gruppo consiliare “Tradizione e Futuro”, composto da Amaddii Eleonora, Camillo Antonio, Detti Giulio, Lesch Hannah ai sensi dell’art. 17 del regolamento del funzionamento del Consiglio Comunale, presenta la seguente mozione:

Preso atto che il piano delle vaccinazioni contro il Covid-19 rappresenta l’unica via per uscire dalla crisi sanitaria ed economica;

Preso atto che attualmente le persone registrate per la vaccinazione della Regione Toscana, residenti nel nostro territorio comunale e nei comuni limitrofi, sono costretti a recarsi presso i centri di Albinia o di Grosseto;

Considerato che Manciano potrebbe rappresentare un centro di riferimento per tutti i comuni delle aree interne del sud della Provincia di Grosseto;

Considerato che nel capoluogo del territorio comunale possono essere individuati degli spazi pubblici da adibire per la vaccinazione (cinema, palestre ecc…);

Chiediamo al Sindaco Mirco Morini

Di individuare un edificio pubblico collocato nel territorio comunale da mettere a disposizione dell’azienda USL Toscana sud est per favorire il piano di vaccinazione e per offrire un servizio ai nostri concittadini”.

Commenti