Quantcast

Coronavirus, allarme contagi: il Comune chiude parchi, giardini e aree gioco

Più informazioni su

CAPALBIO – Saranno chiusi, fino al 5 aprile prossimo, i parchi, giardini pubblici e aree gioco del territorio di Capalbio. Lo ha stabilito l’amministrazione comunale con una ordinanza per evitare che si creino affollamenti ed occasioni di contagio tra i più piccoli che, sotto ai sei anni non sono soggetti all’obbligo di mascherina, e le loro famiglie.

“Si tratta di una decisione sofferta, perché non rendere fruibili gli spazi gioco per i bambini è per noi motivo di rammarico – dice il vicesindaco Giuseppe Ranieri -. Ma la situazione della nostra comunità in questo momento è critica e dobbiamo essere responsabili e molto prudenti. Se riusciremo nei prossimi giorni a contenere il diffondersi del contagio, anche attraverso le attività di sanificazione che abbiamo avviato nelle scuole, siamo pronti a rivedere questa decisione dopo le festività pasquali. Per fortuna, il nostro territorio, offre ai singoli cittadini e ai nuclei familiari la possibilità di fare attività all’aria aperta, nel rispetto delle norme previste per la zona arancione”.

Intanto, sono stati intensificati i controlli sul rispetto delle norme di comportamento. “Colgo l’occasione per ringraziare la polizia municipale e le altre forze dell’ordine per l’attività di presidio del territorio e anche l’associazione la Racchetta che, in questi giorni, si sta occupando della sanificazione straordinaria dei plessi scolastici”, aggiunge Ranieri.

Infine, sottolinea il vicesindaco, “…stiamo monitorando l’indice di contagio nel nostro territorio e siamo in contatto costante con la Regione Toscana: se si verificasse la necessità di adottare misure più restrittive, ne daremo prontamente notizia attraverso tutti i nostri canali. Capalbiesi, è il tempo di combattere ancora con più forza questo virus”.

Più informazioni su

Commenti