Quantcast

Con il “Premio di laurea Antichi” si ricordano i grandi giuristi grossetani

Un'occasione per i neolaureati in Giurisprudenza, a cui il premio è destinato, e per la città, che così può scoprire o riscoprire importanti personalità grossetane.

GROSSETO – Scientia Iuris, il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Siena e la Fondazione polo universitario Grossetano sono lieti di comunicare l’istituzione del “Premio di laurea Antichi”.

La partecipazione al Premio è aperta ai laureati in Giurisprudenza dell’Università di Siena, con votazione non inferiore a 108, che hanno discusso o discuteranno una tesi nel settore del Diritto commerciale o nel settore della Storia del diritto medievale e moderno nel periodo 1 gennaio 2020 – 31 luglio 2021.

L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto Scientia Iuris, start up grossetana nata per sviluppare progetti di formazione giuridica professionale e promuovere eventi in ambito giuridico, economico e sociale.

Ma da dove nasce l’idea del Premio? «Il Premio è frutto di una mia attività di pensieri, chiamiamola così, durante il lockdown – spiega l’avvocato Giovanni Niccolò Antichi, che insieme al padre Alessandro gestisce uno dei più importanti studi legali di Grosseto -. Dai momenti difficili devi trarre il meglio ed io, in quei giorni complicati, ho voluto approfondire alcuni aspetti legati sia alla mia professione che alla mia terra d’origine, la Maremma. Così ho iniziato a cercare sul web informazioni sulle personalità di spicco del mondo della giurisprudenza del territorio. Molte di queste danno i nomi a vie e piazze della città, come i giuristi Giovanni Fabbrini, al quale nel 2005 fu intitolata la piazza davanti al tribunale, e Giovanni Valeri, a cui è dedicata l’omonima piazzetta che si trova in pieno centro».

«Mi sono chiesto – prosegue Antichi -: possibile che a Grosseto non si conoscano o non si ricordino abbastanza personalità così importanti? Uno dei ruoli della Fondazione Polo universitario grossetano è quello di tenere vive nella cultura cittadina figure di spicco del territorio, e da qui la mia proposta di istituire un premio, che ponga l’attenzione dei laureati in giurisprudenza dell’Università di Siena sui giuristi grossetani per promuoverne la conoscenza».

«Orgogliosissima che proprio dal Polo universitario grossetano si stia lanciando il “Premio di laurea Antichi” – commenta Gabriella Papponi Morelli, presidente della Fondazione Polo universitario -. Siamo orgogliosi che a Grosseto start up come Scientia Iuris valorizzino l’impegno dei laureati in Giurisprudenza, dato che nel nostro territorio c’è una lunga tradizione di giuristi che si sono distinti in modo significativo nello studio e nell’interpretazione del Diritto».

«Vorrei ricordare – va avanti – che noi siamo qui anche perché 20 anni fa, l’allora sindaco Alessandro Antichi insieme alla Provincia fondò la Società consortile Polo universitario, oggi fondazione. Grazie ad Alessandro, che ha sostenuto in ogni modo la presenza di un presidio accademico nella nostra terra».

«Buon sangue non mente – va vanti la presidente -, Niccolò oggi sta proseguendo la storia di famiglia dimostrando come lo studio Antichi continui ad essere fortemente interessato al nostro territorio. Questa iniziativa è tesa a valorizzare i tesori nascosti della nostra provincia e le persone di valore della nostra città».

«Il “Premio di laurea Antichi” è un’occasione importante per gli studenti dell’Università di Siena – interviene la professoressa Maura Mordini, docente di Storia del Diritto Romano e Storia del Diritto Medioevale e Moderno del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Siena – poiché rappresenta un rilevante incentivo nella delicata fase tra il completamento degli studi accademici e l’inizio del praticantato o dell’attività lavorativa vera e propria».

«Ringraziamo il Dipartimento di Giurisprudenza e la Fondazione Polo Universitario Grossetano per la massima disponibilità che ci è stata accordata: stiamo già lavorando ad altri eventi al fine di far convergere sempre più il mondo del lavoro con quello accademico.”, ha concluso Giovanni Niccolò Antichi di Scientia Iuris», conclude Antichi.

Il bando è pubblicato sul sito dello Studio Antichi a questo LINK. La domanda, che oltre al modulo di partecipazione deve contenere anche il curriculum firmato e un estratto della tesi con la bibliografia utilizzata, deve essere inviata entro il 20 agosto prossimo.

La cerimonia di consegna del “Premio di laurea Antichi” si svolgerà a settembre alla Fondazione del polo universitario di Grosseto.

Commenti