Quantcast

Dimissioni Falusi, Borelli: «Fin dall’inizio fummo contrari alla nomina del presidente»

MASSA MARITTIMA – «E’ ormai notizia nota che il consiglio di amministrazione dell’Istituto Falusi per intero si è dimesso» afferma Fiorenzo Borelli per Massa comune.

«Le motivazioni reali non sono ancora note ufficialmente poiché i sindaci, Marcello Giuntini in testa, mantengono assoluto silenzio in merito gettando nella disperazione ospiti, dipendenti e cooperative coinvolte nella gestione».

«Come capogruppo della lista civica Massa comune e ancor più come cittadino di Massa Marittima sono estremamente preoccupato ed ancor più allibito. Al momento della nomina dei componenti del Consiglio dimissionario, come Massa Comune manifestammo la nostra assoluta contrarietà alla proposta di un presidente che sin dall’inizio appariva a termine ed il tempo ci ha dato ragione».

«Il sindaco Giuntini garantì che avremmo avuto relazioni ogni tre mesi in merito alla gestione e mai nessuno ha rilasciato le informazioni promesse. Ci risulta che il presidente abbia inviato in più occasioni segnali di criticità e richieste di aiuto ed il sindaco Giuntini non ha dato segni di vita. Ora a bocce ferme siamo di fronte ad un Istituto che non ha un bilancio 2020 approvato e nessuno sa chi dovrà prendersi la responsabilità di presentarlo ed approvarlo».

«Ora i dipendenti si interrogano sul loro futuro e i parenti degli ospiti non sanno come la storia dei propri congiunti potrà proseguire. E’ evidente una dura spaccatura all’interno del Pd. Tre consiglieri ed il presidente tutti di nomina Pd, accusano i sindaci ed in testa a tutti Giuntini con il quale non hanno avuto dialogo e tanto meno collaborazione. Purtroppo un’istituzione storica patrimonio del Comune di Massa Marittima rischia di saltare e quindi un altro pezzo importante di questo Comune rischia di scomparire. Si attendono notizie, si attende un’analisi delle circostanze che hanno portato alle dimissioni il CdA, si attende che chi di dovere faccia finalmente chiarezza».

Commenti