Quantcast

Pizzichi attacca il sindaco: «La cittadella del Carnevale pensata così può distruggere il commercio»

Più informazioni su

FOLLONICA – “Per la realizzazione della cittadella del carnevale ,che da tanti anni i rioni aspettano, l’amministrazione comunale ha deciso di concedere ad Eurospin, nota catena di supermercati, il permesso ad aprire un nuovo punto vendita di 1500 metri quadrati in cambio della costruzione dei capannoni adibiti alla realizzazione dei carri di carnevale”. Lo dice Daniele Pizzichi, Lega Salvini premier.

“Il nuovo supermercato dovrebbe sorgere all’incrocio di Via Leopardi – aggiunge Pizzichi – nell’area dove attualmente operano i cantieri comunali, precisamente nella stessa area dove già si trovano ben altri tre supermercati, ovvero Lidl, Penny e Coop. Per quale motivo un’impresa dovrebbe aprire dove già operano altri supermercati invece di scegliere, come fanno più o meno tutti, aree dove non ci sono altri supermercati? La domanda è fondamentale e mi meraviglia che il Comune non se la sia ancora posta visto che è il rappresentante dell’interesse pubblico. In questi ultimi anni il commercio follonichese sta subendo una crisi senza precedenti e di sicuro la ricchezza in città non è aumentata e quindi credo che non sia proprio il momento di addentrarsi in scelte che darebbero il colpo finale a tanti lavoratori e commercianti del centro città ma anche della media distribuzione”.

“Ma non è finita qui – spiega il rappresentante del Carroccio – perché ad essere coinvolti nella partita sono anche i ristoratori poiché sembrerebbe che all’interno del nuovo supermercato dovrebbe sorgere un ristorante della catena che venderebbe pasti a prezzi molto bassi. Facile immaginare il danno ad un settore, quello della ristorazione, che sta subendo perdite ingentissime soprattutto dovute alle chiusure forzate. Se questa ipotesi venisse confermata gran parte di chi si ferma a mangiare durante la pausa di lavoro si allontanerebbe ulteriormente dai locali tradizionali della città”.

“La cittadella del carnevale va certamente realizzata ma senza danneggiare il commercio della città già martoriato dalle conseguenze del Covid – conclude Pizzichi – L’amministrazione comunale potrebbe raggiungere l’importante obiettivo della costruzione della Cittadella attraverso l’importo annuo attualmente utilizzato per l’affitto dei capannoni nella zona artigianale (sede dei lavori dei carristi) per raggiungere la quantità di risorse economiche necessaria ad acquisire una linea di credito con un istituto bancario.

 

Più informazioni su

Commenti