Quantcast

31 positivi nel centro accoglienza, Bragaglia: «Serve chiarezza, il sindaco riferisca in Consiglio»

CIVITELLA PAGANICO – “Attuare rigidi controlli sugli ospiti del centro Cas di Paganico. La notizia che 31 dei 41 ospiti del centro di accoglienza straordinaria per migranti sono risultati positivi al Covid-19 preoccupa”, così il consigliere della Lega di Civitella Paganico Alessandro Bragaglia.

“La nostra posizione sui centri Cas è nota e la ribadiamo – afferma Bragaglia- ma non è questo il momento di fare polemiche sui migranti, perché adesso sarebbe fin troppo facile, bisogna invece fare i conti con una situazione straordinaria che preoccupa, e non poco, la popolazione locale.

Chiediamo al sindaco e alle autorità coinvolte di prestare la massima attenzione a tutela della salute e sicurezza pubblica. Certe strutture si prestano bene, anche a fronte della massima attenzione prestata, ad ospitare un focolaio di malattie infettive, come nel caso del Covid, visto che molte persone stanno a contatto tra loro, hanno diverse provenienze, e per quanto le si possano controllare, al momento in cui contraggono la malattia questa si diffonde a macchia d’olio all’interno della struttura.

Per questo adesso è necessario evitare i contatti con l’esterno isolando la struttura e, di conseguenza, il virus.

Occorre fare chiarezza sulla vicenda – afferma il consigliere della Lega- ed è opportuno che il sindaco Alessandra Biondi riferisca al più presto al Consiglio comunale. Da politico ritengo necessaria e propongo un’assise straordinaria su questa vicenda per fare il punto anche sulla situazione Covid nel comune di Civitella-Paganico.

Allo stesso tempo da medico, che quotidianamente si trova in prima linea in ambienti ad alto rischio contagio, mi metto a disposizione per studiare le migliori soluzione per tenere al sicuro la popolazione”.

Nel frattempo Bragaglia accoglie con sollievo la notizia che i circa mille tamponi effettuati sul territorio abbiano dato esiti confortanti. “Avere rilevato solo sei positivi a bassa carica – conclude il consigliere della Lega- vuol dire che il territorio al momento è in sicurezza. Per questo è importante circoscrivere al massimo i focolai”.

Commenti