Quantcast

Opposizione unita nel nome della sanità: «Non ci sono colori per difendere la salute»

Più informazioni su

MASSA MARITTIMA – Non è un accordo elettorale quello che unirà i vari gruppi della realtà massetana ma la volontà di andare a costituire un blocco per affrontare i problemi della sanità.

Così dal gruppo dei repubblicani con Barbara Fiorini e Alessandro Giuliani, a quello della Lega con Daniele Brogi e Loredana Bussola, per passare al gruppo della Lista Civica con Fiorenzo Borelli e Marco Mazzinghi e comprendere il gruppo extraconsiliare del Pci con Daniele Gasperi e Luciano Fedeli per arrivare a Paolo Mazzocco in rappresentanza della Consulta Civica e del Tavolo della Salute, si uniscono non per una tornata elettorale ma per portare al centro dell’attenzione i problemi della salute che, ad avviso di tutti, “sono stati dimenticati a Massa Marittima da parte della maggioranza che guida l’amministrazione”.

“Un tentativo di costituire un fronte comune – si legge in una nota – che metta in discussione le criticità che vanno dalle carenze del personale ospedaliero, toccando le note riduzioni delle varie attività, affrontino i problemi della sanità territoriale partendo dalla carenza di medici di base, pediatri e infermieri e portino a strutturare realmente la Casa della Salute, per affrontare l’altro argomento prioritario rappresentato dal Falusi sul quale sono state spese tante parole ma ben poco, se non nulla, è stato fatto”.

Più informazioni su

Commenti