Quantcast

Si sente male in Questura e si scopre che ha 16 ovuli di cocaina nella pancia

GROSSETO – Nel pomeriggio di lunedì una pattuglia della Polizia di Stato ha arrestato un 26enne per detenzione e traffico di stupefacenti. Si tratta di un cittadino magrebino in Italia senza fissa dimora e irregolare sul territorio nazionale.

Il giovane “custodiva” 16 ovuli di cocaina nella pancia, per un peso complessivo di circa 8,5 grammi destinati alla vendita nelle piazze di spaccio cittadine.

A tradirlo il nervosissimo e lo stato di ansia dimostrati durante il controllo, che non sono sfuggiti all’attenzione degli operatori della volante, impegnati nel servizio di controllo del territorio. Notato il 26enne in agitazione, i poliziotti lo hanno fermato.

“Fin da subito l’uomo ha manifestato uno strano comportamento, immotivatamente teso per un semplice controllo – spiegano i poliziotti -.
Essendo sprovvisto di documenti d’identità, è stato accompagnato in Questura per gli accertamenti sull’identità, durante i quali ha accusato forti dolori addominali e manifestando improvvise alterazioni del comportamento. Tenuto conto dello stato psico-fisico alterato del giovane, è stato richiesto l’intervento del 118, che lo ha trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Grosseto, dove è stato sottoposto ad accertamenti clinici”.

L’esito degli esami ha consentito di accertare la presenza di corpi estranei nello stomaco, poi rivelatisi involucri per il trasporto di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato tratto in arresto e portato alla casa circondariale di Siena a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenti