Quantcast

Inceneritore, Spadi: «La Lega fa la voce grossa ma il Pd combatte da tempo»

GROSSETO – “Fa piacere sapere che la Lega regionale adesso si interessi della questione dell’inceneritore di Scarlino, il centrosinistra già si era mosso anni fa e ancora porta avanti questa battaglia”. Così, Donatella Spadi, consigliere regionale Pd, commenta l’intervento della Lega, in particolare del consigliere regionale Andrea Ulmi, relativamente alla situazione dell’inceneritore di Scarlino.

“No al progetto di Scarlino Energia – commenta Donatella Spadi -, lo avevo già annunciato durante la mia campagna elettorale e lo aveva ribadito più volte il Pd di Follonica insieme al centrosinistra di Scarlino dopo anni di battaglie ininterrotte, fino ad arrivare a ottenere lo stop dell’impianto. La mozione presentata dalla Lega per richiedere la contrarietà della giunta regionale nei confronti del cosiddetto ‘progetto revamping’ non fa altro che confermare il lavoro già iniziato dal centrosinistra”.

“Il centrosinistra di Follonica e Scarlino – continua il consigliere Pd – avevano proposto impianti di riciclo in alternativa all’inceneritore, già dannoso per la salute dei suoi cittadini. Parliamo di costruzioni di diversi impianti ecologici, strategie che avrebbero apportato miglioramenti per la comunità di Follonica e Scarlino. Soluzioni che non solo avrebbero permesso una buona alternativa all’impianto già presente, ma avrebbero portato migliorie nell’ottica di una corretta raccolta differenziata, andando incontro a politiche sostenibili e di economia circolare, oltre a implementare l’occupazione. Mi auguro che la Lega, che solo adesso mostra interesse verso questo tema, possa continuare questa battaglia al nostro fianco”.

Commenti