Quantcast

Save Saturnia attacca l’amministrazione: «Agisce sempre nel più totale silenzio»

SATURNIA – “Il Comitato Save Saturnia ha appreso, ancora una volta tramite la stampa, che l’amministrazione comunale di Manciano prosegue nell’intenzione di voler realizzare un parcheggio nella vallata di Saturnia adiacente al sito delle Cascate del Mulino (Manciano)”, scrive, in una nota, il comitato mancianese.

“Cambiano gli addendi ma la somma non cambia – proseguono da Save Saturnia -. Attraverso la delibera 27 del 23 febbraio la Giunta di Manciano ha dichiarato di voler acquistare al costo di 96 mila euro due terreni agricoli, diversi da quelli precedentemente individuati, per adibirli a mega parcheggio per autobus e mezzi pesanti.

Si tratta della terza location diversa individuata dalla giunta Morini per la realizzazione di un’opera che ormai sembra essere diventata l’unica priorità della maggioranza. A quanto pare né la pandemia né la crisi economica hanno portato consiglio a questa Amministrazione, che continua a non voler comunicare nulla sulla questione agendo nel più totale silenzio. Un’opera che andrebbe a compromettere irrimediabilmente la bellezza paesaggistica della vallata delle Terme.

Nonostante siano passati due anni dalla prima e ormai nota assemblea pubblica a Saturnia richiesta a seguito di una raccolta firme, il modus operandi con il quale agisce l’amministrazione guidata dal sindaco Mirco Morini è rimasto lo stesso.

Nessun progetto è stato presentato alla popolazione, tantomeno nessuna risposta è ancora pervenuta al comitato Save Saturnia che ha più volte chiesto chiarimenti sul tema.

L’elemento che desta maggiormente preoccupazione in questa vicenda, che, per come è stata trattata dall’Amministrazione di Manciano, assomiglia sempre di più ad una barzelletta se non fosse per i suoi risvolti estremamente seri, è la totale noncuranza del periodo che stanno attraversando la cittadinanza e il tessuto imprenditoriale mancianese. La crisi del settore turistico di certo non è stata arginata con i 500 euro di contributo (una tantum) stanziati solo per un minoranza di strutture ricettive.

Nonostante la necessità di far fronte a questa situazione con ulteriori stanziamenti ed aiuti, la giunta decide di spendere 96mila euro di fondi pubblici per realizzare un parcheggio in prossimità delle Cascate del Mulino, per il quale, tra l’altro, non esiste alcun progetto e la cui utilità è assai dubbia anche a fronte delle mai ascoltate soluzioni alternative proposte dal nostro Comitato.

In considerazione della totale assenza di risposte e di confronto con i cittadini e le imprese, viene quasi da pensare che questa delibera di indirizzo sia un modo per sviare il dibattito pubblico dalla discussione sulla ventilata realizzazione di un mega impianto fotovoltaico nella zona di Montauto, progetto di cui i cittadini sono venuti a sapere, anche questa volta, soltanto attraverso mezzi d’informazione e nel più totale silenzio da parte del sindaco e della Giunta comunale. Eppure è un progetto tanto rilevante per le sorti future del nostro territorio che meriterebbe grande attenzione e un’approfondita discussione pubblica.

Il Comitato ancora una volta si rivolge al primo cittadino di Manciano chiedendo che venga illustrata la progettualità alla cittadinanza rispetto al futuro delle Cascate del Mulino.

In questo periodo non è purtroppo possibile convocare e tenere assemblee pubbliche, ma chiediamo che ai cittadini sia comunque perlomeno garantito il diritto di poter assistere in streaming ad un consiglio comunale sul tema.

Ricordiamo al sindaco che la pubblicità dei Consigli comunali è un obbligo sancito dalla legge (vedi art 38, comma 7 del Testo Unico degli Ento Locali, Dlgs 267/2000) e che il ricorso alla loro trasmissione in streaming, secondo quanto previsto dalle norme sulla prevenzione anti Covid, è dovuto ovunque sia, come nel nostro Comune, possibile realizzarla”.

Commenti