Quantcast

Troppi casi in pochi giorni: il sindaco chiude tutte le scuole fino al 7 marzo

CIVITELLA PAGANICO – Il sindaco di Civitella Paganico, Alessandra Biondi, ha deciso di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado, dal nido alle medie, in tutto il comune, fino al 7 marzo. Si tratta di una decisione di emergenza presa dopo aver analizzato l’andamento del contagio negli ultimi giorni e dopo alcuni casi riscontrati tra studenti e insegnanti.

«Siamo ragionevolmente preoccupati per la situazione che si è creata – ha detto il sindaco Biondi – anche se siamo fiduciosi che con questa chiusura delle scuole e con il conseguente blocco di alcune attività tutto possa tornare alla normalità; in questo momento però c’è bisogno da parte di tutti di un’attenzione particolare. Bisogna evitare in ogni modo atteggiamenti irrispettosi da parte di tutti; per questo invitiamo anche le famiglie a non creare occasioni di far incontrare i ragazzi nelle case o al parco per esempio. Questo è il momento di tenere alta la guardia».

In particolare i casi nel comune sono 26 e uno degli indicatori della presenza del virus tra la popolazione è l’indice di positivi ogni cento abitanti che è pari al 6,1%. Un numero che supera le medie e i limiti di tolleranza.

Oltre alla chiusura delle scuole, il comune ha già chiesto alla Regione Toscana l’attivazione del servizio di “territori sicuri” che consente di effettuare uno screening a tappeto tra la popolazione. Entro la giornata di domani si saprà se la Regione accetterà la richiesta e anche quando lo screening sarà programmato.

 

Commenti