Commissariato Polizia, Di Giacinto: «Sembra che si farà, ma il sindaco deve rispondere al Ministero»

FOLLONICA – “Finalmente sembra che Follonica avrà il Commissariato di Polizia perché l’Inail vuol comprare dal Comune l’ex Ipsia, in viale Europa, per poi affittarlo al Ministero dell’Interno. Tant’è che il Ministero ha scritto chiedendo al Comune di fargli una proposta, cioè comunicargli quanto vuole per vendere”, scrive, in una nota, il consigliere Massimo Di Giacinto.

“La lettera del Ministero dell’Interno è datata poco meno di tre mesi fa – prosegue -, per la precisione 27 novembre e sembra di capire che il sindaco Andrea Benini non ha ancora provveduto a rispondere al Ministero per comunicargli quanto richiesto per la vendita dell’Ipsia. Se è così, cosa aspetta?

In ogni caso è giusto ricordare che Benini legittimamente, e secondo me molto opportunamente, ha cambiato idea sulla questione. Ora il Commissariato di Polizia a Follonica è benvenuto anche per lui. Infatti, quando nell’aprile del 2015 il Consiglio comunale approvò con un voto trasversale una mozione che, tra le altre cose, auspicava l’insediamento del Commissariato di Polizia nella nostra città, il sindaco non votò a favore ma si astenne. Non è che questo atteggiamento indeciso del sindaco abbia ritardato, e stia ritardando la possibilità di avere il Commissariato a Follonica?

In ogni caso, meglio tardi che mai. E dove andranno a finire il Centro permanente per l’istruzione degli adulti (Cpia), le associazioni che all’interno dell’ex Ipsia svolgono le loro attività e la scuola della cartapesta del carnevale follonichese? Il Cpia e le associazioni, dice Benini, avranno un’altra sede adeguata, senza dire quale e la scuola di cartapesta troverà spazio nella Cittadella del carnevale quando sarà realizzata. Quando e come?

Per tutti questi motivi, e con queste domande, ho presentato una interpellanza alla quale il sindaco dovrà, bene o male, rispondere”, conclude.

Commenti