Un minuto di silenzio per Bianciardi: cittadini donano una targa e un quadro in memoria del sindaco

Più informazioni su

CAPALBIO – Si è aperto con un minuto di silenzio in memoria del sindaco Settimio Bianciardi il consiglio comunale di Capalbio.

Quella di oggi, infatti, è stata la prima riunione dell’assise dalla scomparsa del primo cittadino e, per questo, prima di discutere i punti all’ordine del giorno – l’approvazione dei verbali della seduta precedente, lo schema di convenzione del servizio tesoreria con Poste italiane e il regolamento per la disciplina dell’informazione e della partecipazione alla formazione degli atti di governo del territorio comunale – c’è stato un momento celebrativo, che ha coinvolto alcuni cittadini. È stato infatti consegnato oggi all’Amministrazione comunale da Francesco e Andrea Corso un olio su tela di Orlando Ratto che raffigura Capalbio e che è donato in memoria di Bianciardi, così come è stata consegnata ufficialmente una targa, voluta da un gruppo di cittadini, sempre in ricordo del sindaco.

“Ringraziamo tutti coloro che hanno voluto fare queste donazioni – ha spiegato Pino Ranieri, vicesindaco di Capalbio – e che abbiamo voluto invitare durante questa seduta del consiglio. Il dipinto rappresenta Capalbio, un territorio che Bianciardi ha amministrato, anche se per poco tempo, con grande amore, rispetto e serietà, che sono gli stessi sentimenti che emergono dalla frase scritta nella targa, che ho avuto il piacere di ricevere durante la messa commemorativa del 16 febbraio scorso, celebrata dal vescovo Roncari”.

Sulla targa, fatta realizzare da un gruppo di capalbiesi, si legge infatti: “Non si dimentica chi ti ha dato così tanto da ricordare. Ciao Settimio, gli amici di Capalbio”.

Il dipinto e la targa saranno esposti nella sede del Municipio.

Più informazioni su

Commenti