Quantcast

La banda ultra larga arriva a scuola, l’assessore: «Le nostre classi sono super connesse»

MANCIANO – Dalla Regione Toscana sono già arrivati 8mila euro di contributi per le scuole pubbliche, primarie e secondarie del Comune di Manciano, per l’attivazione di un’infrastruttura e del relativo servizio di collegamento ad internet in banda ultralarga, al fine di supportare attività di didattica integrata digitale, in conseguenza del Dpcm del 3 novembre 2020 e in attuazione della Legge regionale 01/2004.

“Un salto in avanti – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Manciano, Valeria Bruni – nell’ottica di un futuro, per i nostri bambini e ragazzi, sempre più smart. La pandemia ci ha messo di fronte a nuovi scenari e la nostra amministrazione, grazie appunto al contributo regionale, distribuito a tutti i comuni della Toscana, è stata in grado di affrontare. Nello specifico, acquisteremo dispositivi, quali router e modem per la connessione dati e i servizi come le schede sim dati per la connettività ad internet mobile, distribuito al personale docente in caso di necessità”.

“Appena iniziata l’emergenza da Coronavirus nello scorso marzo – afferma l’assessore all’Istruzione Daniela Vignali – ci siamo attivati per garantire una scuola connessa grazie alla fibra ottica: oggi indispensabile per un’efficace didattica a distanza”.

Commenti