Isgrec, si è riunito il nuovo consiglio direttivo: ecco da chi è composto

Più informazioni su

GROSSETO – Si è riunito per la prima volta il 13 febbraio il nuovo Consiglio direttivo dell’Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea, eletto dall’Assemblea dei soci di gennaio.

Fra le riconferme, quelle di Flavio Agresti, Stefano Campagna, Roberto Costantini, Lio Scheggi ed Elena Vellati. Tra i nuovi eletti personalità accademiche di rilievo – Enrico Acciai, Vinzia Fiorino, Paolo Passaniti – e studiosi importanti originari del territorio: Giacomo Pacini, Marco Grilli e Luigi Zannetti.

Rinnovata anche la presidenza: a Luca Verzichelli succede alla guida del CD una figura altrettanto autorevole, Paolo Passaniti, professore di Storia del diritto medievale e moderno presso l’Università di Siena, che vanta già una lunga collaborazione con l’Isgrec, prima come membro del Consiglio direttivo (2016-2019), poi in qualità di membro del Comitato scientifico.

La vicepresidenza è stata affidata a Lio Scheggi,  già assessore del Comune di Grosseto dal 1993 al 1997 e presidente della Provincia dal 1999 al 2009, e a Stefano Campagna, il più giovane tra gli 11 membri, laureato in storia all’Università di Pisa e attualmente dottorando di ricerca presso l’Università di Parma.

Alla direzione è stata nominata Ilaria Cansella, dottora di ricerca presso l’Università di Siena, con alle spalle una lunga collaborazione con l’Isgrec per l’attività di ricerca e formazione.

“Una squadra giovane – spiegano dall’istituto -, destinata a ereditare e proiettare nel futuro la storia quasi trentennale dell’Isgrec, nel solco del grande lavoro culturale avviato e portato avanti da Luciana Rocchi, direttrice dal 1993 al 2016, e dai direttori che a lei sono succeduti – ultimo in ordine di tempo Loriano Valentini -, a cui vanno la gratitudine e i ringraziamenti per il lavoro svolto in questi anni.

Un impegno consolidato, quello dell’Isgrec, che si colloca oggi nel difficile contesto dell’avvio dei lavori per la ristrutturazione e il recupero della sede storica e della nuova sfida della progettazione culturale e scientifica per “far vivere” la Casa della memoria al Futuro a Maiano Lavacchio.

Tanti i progetti a breve e medio periodo per l’Isgrec, la cui attività, nonostante le difficoltà imposte dal contesto pandemico, ha continuato a rivolgersi alla scuola, con una collaborazione sempre più stretta con gli insegnanti del territorio che si avvalgono dei corsi di aggiornamento e dei laboratori per gli studenti.

Prosegue anche l’attività di ricerca, con un progetto editoriale dedicato alla Resistenza in Maremma, che ha ricevuto il plauso e il contributo finanziario del Mibact.

L’attività dell’Istituto continua ad essere rivolta alla cittadinanza, non solo attraverso l’organizzazione di eventi culturali come in occasione delle recenti celebrazioni del calendario civile, ma anche attraverso il servizio pubblico offerto dalla sua biblioteca e dall’archivio”, concludono dall’istituto.

Info: ISGREC, 0564415219, segreteria@isgrec.it, https://www.isgrec.it/rinnovo-degli-organismi-statutari-dellisgrec/

Più informazioni su

Commenti