Coronavirus, sette positivi all’Argentario: «Stanno tutti bene»

MONTE ARGENTARIO – “Il bollettino regionale pervenuto questa mattina registra a Monte Argentario numero nove casi di isolamento per positività al Covid 19”, dichiara il sindaco Francesco Borghini.

“Di questi – prosegue -, sette si riferiscono a cittadini nostri residenti e due a cittadini residenti in altro Comune che scontano la quarantena nel loro domicilio nel nostro Comune.

Nessuno dei casi attualmente a nostro carico presenta particolari stati di gravità configurandosi in una condizione prevalente di asintomaticità.

Il sistema sanitario continua ad essere sotto pressione al punto che l’attuale colorazione gialla della nostra regione rischia concretamente di essere modificata in arancione, con conseguenti ulteriori restrizioni, vuoi per la mobilità di tutti e vuoi per le attività, specie commerciali e di somministrazione.

Il modificarsi del virus con diverse varianti (inglese, sudafricana, brasiliana, salvo altre), che sembrano essere più invasive e di più elevato grado di propagazione, rende necessaria l’assunzione, da parte di tutti noi, di più puntuali attenzioni. Invito quindi la cittadinanza a non vanificare i sacrifici fino ad ora effettuati, mantenendo alta la guardia e provvedendo ad assumere gli atteggiamenti più virtuosi possibile.

Fortunatamente è ripresa la campagna di vaccinazioni nella quale è doveroso porre fiducia e speranza. Siamo in attesa di conoscere nei dettagli il nuovo piano vaccinale che verrà redatto dal Governo e, non appena ne verremo a conoscenza, sarà mia cura informare la cittadinanza in merito. Confermo che qualora vi fossero previste nel piano vaccinale azioni a carico del Comune, non ci faremo trovare impreparati facendo, così come abbiamo sempre fatto, il nostro dovere.

Al riguardo significo che le assistenze già in atto nei confronti sia dei cittadini colpiti dal virus, dei loro contatti e delle persone e famiglie più fragili della nostra collettività, continuano senza interruzione, grazie all’impegno della struttura comunale e dei generosi e numerosi volontari che la affiancano. Sono particolarmente orgoglioso e grato della disponibilità e sensibilità che i nostri concittadini hanno profuso in questa difficile occasione che, temo, si protrarrà ancora per un ulteriore periodo.

Come noto lo stato di emergenza nazionale causa Covid è stato prorogato sino al 30 aprile prossimo. E’ comunque immaginabile che alla scadenza esso sarà ulteriormente prorogato non vedendosi, almeno per ora e fino ad un avanzato processo del piano di vaccinazione, condizioni che possano evitarne la proroga.

Ribadisco, infine, il mio impegno ad informarvi su ogni e qualsiasi sviluppo della situazione epidemiologica e sui relativi provvedimenti sia governativi che regionali”, conclude il sindaco.

Commenti