Pescatori di frodo scoperti e raggiunti dopo la fuga: scattano le maxi multe

Più informazioni su

GROSSETO – Continua il controllo sul territorio comunale delle Guardie ambientali volontarie, coadiuvate dal coordinamento compiuto dalla centrale della Polizia Municipale. Infatti, nella giornata di mercoledì 10 febbraio, sono state multate quattro persone, mentre erano intente a pescare di frodo sulla strada delle Collacchie, nel fosso di San Rocco.

I soggetti, che hanno ricevuto una sanzione di 320 euro a persona, si stavano servendo, per giunta senza alcuna licenza, di un mezzo non consentito come il tramaglio (denominato “barracuda”, quindi trasparente). I quattro sono stati fermati, mentre cercavano di darsi alla fuga, dalle Gav e da una pattuglia dei carabinieri forestali.

“Intervenire per debellare le azioni illecite – hanno dichiarato Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco di Grosseto, e Fausto Turbanti, assessore alla Sicurezza – ha una duplice valenza: bloccare qualsiasi atto contrario alla legge e rispettare i cittadini che, giustamente, si comportano in maniera corretta. Non possiamo fare altro che ringraziare le Forze dell’Ordine che sono intervenute sulla strada delle Collacchie e ribadire che la volontà della nostra Amministrazione è sempre quella di promuovere e garantire la legalità”.

Più informazioni su

Commenti