#Amministrative2021, centrodestra unito a Castiglione: «Al via il confronto con la comunità»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – “In vista delle prossime elezioni amministrative, previste nella primavera 2021, le forze politiche locali del centrodestra castiglionese (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Movimento Civico Castiglione) si sono riunite nei mesi scorsi a cadenza regolare per costruire un progetto comune. A seguito di quanto emerso durante i numerosi incontri, tali forze informano i cittadini che intendono presentarsi all’appuntamento con un programma elettorale condiviso e unitario”, spiega il centrodestra.

“A tale scopo – prosegue la nota – i rappresentati politici locali che aderiscono al “Progetto Castiglione”, Pasquale Virciglio in rappresentanza della Lega, Giorgio Seri per Fratelli d’Italia, Michele Giannone per Forza Italia e Aldo Iavarone per la Lista civica, nel corso dell’ultima riunione hanno deciso di riconfermare Aldo Iavarone quale coordinatore del gruppo.

Tra i compiti di sua competenza, oltre all’organizzazione di incontri con i rappresentanti delle varie forze politiche, c’è soprattutto la necessità di confrontarsi con gli imprenditori locali per conoscere le loro esigenze e proporre soluzioni concrete a problemi concreti.

Il paese ha bisogno di guardare al futuro con una programmazione turistica ad ampio raggio e uno sviluppo economico strategico. Vogliamo valorizzare e proteggere il meraviglioso ambiente in cui viviamo, ma che rischiamo di perdere, il nostro patrimonio artistico-culturale straordinario, ma ancora semi sconosciuto, promuovere le numerose eccellenze del settore agroalimentare. Sono infatti queste specificità che rendono unico e inimitabile tutto il territorio, non solo quello delimitato dagli angusti confini del nostro Comune.

La pineta va salvata tutta, la linea di costa va preservata tutta, nessun lago, fiume, mare deve essere mai più trattato come una discarica, per qualsivoglia prodotto industriale.

La prossima amministrazione, di cui intendiamo far parte, sarà il ferro di lancia di un risorgimento culturale ed ambientale totalmente assente negli ultimi 10 anni, che avrà il compito di superare le ipocrisie di “vele” e “bandiere”, buone per ogni stagione ma per nessuna battaglia.

Ci appelliamo quindi ai cittadini, a chiunque condivida questi valori, a chiunque abbia a cuore la valorizzazione delle antiche tradizioni, ai giovani che invece di fuggire all’estero in cerca di lavoro desiderano costruire qui un futuro solido, su solide fondamenta. A tutti diciamo: prendete contatto con noi, proponete idee e suggerimenti, collaborate insieme a noi per realizzare un progetto condiviso, contribuite anche voi attivamente al cambiamento, ormai indispensabile per il futuro di tutti noi.

Il progetto è ambizioso, lo sappiamo, ma siamo anche determinati a non lasciarci sfuggire questa importantissima occasione per formare una nuova classe dirigente, competente e lungimirante, di cui i nostri nipoti possano un giorno andar fieri”, conclude il centrodestra castiglionese.

Commenti