“Unisciti a noi”, tornano i corsi di formazione per soccorritori organizzati dalla Misericordia

Più informazioni su

PORTO SANTO STEFANO – Al grido di “Unisciti a noi” prendono il via i corsi di formazione della Confraternita di Misericordia di Porto Santo Stefano per il 2021. Il sodalizio che collabora con il 118, pur essendo ben attrezzato, ha sempre bisogno di ulteriori figure, adeguatamente formate, per essere sempre presente ed efficiente nei momenti in cui occorre portare aiuto ai cittadini di Porto S. Stefano e Porto Ercole.

Il corso che sta iniziare è di livello avanzato e comporta il conseguimento del brevetto BLS-D ai sensi della legge regionale toscana n. 83/2019. La partecipazione è gratuita e per iscriversi ci si può recare alla segreteria organizzativa sul lungomare dei Navigatori 11/12 oppure inviare una mail a misericordia.argentario@gmail.com. Altre informazioni sulla pagina Facebook https://facebook.com/misericordia.portosantostefano.

Il corso, gratuito, prevede lezioni in presenza e online, ai fini dell’adeguamento alle normative anti-covid. Gli argomenti che saranno trattati spaziano dall’anatomia, al ciclo respiratorio, alla circolazione e alle principali cause di malori e tecniche di trasporto e immobilizzazione.

Il programma prevede approfondimenti specifici sulle manovre di trasporto e spostamento dei feriti come di primo soccorso e di supporto vitale con le manovre di bls (massaggio cardiaco e respirazione), nonché sull´utilizzo delle apparecchiature presenti sulle ambulanze. Sarà inoltre previsto un periodo di tirocinio sulle nostre ambulanze. Si terrà anche una lezione presso la centrale del 118 sulle procedure di emergenza e di elisoccorso. Le lezioni avranno inizio lunedì 22 febbraio.

A sottolineare l’importanza di diventare soccorritori è il governatore della Misericordia, Roberto Cerulli il quale tiene a ribadire l’essenzialità di questo ruolo in un tessuto sociale come il nostro. “Nell’ultimo anno, caratterizzato purtroppo dall’emergenza Covid- 19 – fa presente Cerulli – la Misericordia è stata sempre in grado di garantire i soccorsi di emergenza 118 e i servizi di trasporto ordinari. Di questo sono grato ai nostri volontari che si sono spesi con tanta generosità. Incrementare il personale significa offrire alla popolazione una sicurezza nelle circostanze più difficili. Per questo non mi stancherò mai di invitare le persone a partecipare e, una volta ottenuta la qualifica di ‘soccorritore’, a prestare servizio sulle ambulanze. E’ un’esperienza utile agli altri ma anche un enorme arricchimento umano che vale la pena perseguire”.

Più informazioni su

Commenti