Concorsi comunali: per sostenere le prove i candidati devono fare il tampone

GROSSETO – Non sarà possibile accedere alle prove concorsuali senza avere un tampone negativo: questo è quanto ha deciso la presidenza del consiglio dei Ministri con il provvedimento di ieri, mercoledì 3 febbraio.

Nel protocollo emanato dal Governo – che contiene le misure necessarie allo svolgimento dei concorsi pubblici – è previsto che il candidato si debba presentare all’ingresso dell’area concorsuale con un referto contenente il risultato del test antigenico rapido o molecolare, effettuato tramite tampone orofaringeo.

Il tampone deve inoltre essere stato effettuato entro le 48 ore antecedenti le prove concorsuali.

“Invitiamo tutti gli interessati ad attivarsi subito per essere in regola con la nuova normativa – affermano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e Giacomo Cerboni, assessore al Personale -. L’auspicio è quello che l’obbligo del tampone, deciso improvvisamente dal Governo, non rallenti o intralci in qualche modo la partecipazione di tutti i candidati alle prove concorsuali da noi programmate.”

Per tutti gli aggiornamenti, si invitano i candidati a controllare regolarmente le comunicazioni presenti sul sito del Comune di Grosseto nella sezione “Amministrazione trasparente” – “bandi di concorso” – “concorsi”.

Commenti