Borghi in festival, anche Manciano partecipa al bando del Mibact: «Così si promuove il territorio»

MANCIANO – Il Comune di Manciano ha presentato la domanda di partecipazione per l’avviso pubblico “Borghi in Festival”, promosso dalla direzione generale Creatività Contemporanea e dalla direzione generale Turismo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, per il finanziamento di progetti di rigenerazione urbana, culturale ed economico-sociale dei piccoli Comuni italiani.

“Stiamo aspettando la risposta da parte del Mibact – afferma l’assessore comunale al Turismo Valeria Bruni – sperando che sia positiva, per poter accedere ai contributi da spendere in progetti per la promozione del territorio”.

Manciano è Comune capofila della rete di comuni composta da: Capalbio, Magliano in Toscana, Pitigliano, Sorano, Scansano, Semproniano, insieme ai partner profit Banca Tema, Terme di Saturnia, Caseificio, Cantina Vignaioli Morellino di Scansano; partner no-profit istituto comprensivo Pietro Aldi, associazione culturale ‘Il piacere di leggere’, Mista, Fiab Grosseto ciclabile, Lipe, associazione culturale Creature Creative e con la collaborazione dell’associazione culturale Diego Chiti, associazione polifonica i Madrigalisti di Magliano, le Donne di Magliano associazione di volontariato, Fondazione Capalbio, corpo bandistico Giuseppe Verdi, Asd Costa d’Argento.

“Crediamo nella cultura dei borghi – spiega ancora Bruni e questo contributo andrà a valorizzare il patrimonio ambientale, culturale, enogastronomico di tutti i questi paesi. Sarà, infatti, coinvolta la musica, il teatro, lo sport, il paesaggio, il vino, i prodotti tipici. Il progetto è stato da subito adottato da tutti i comuni del territorio con i quali collaboreremo anche in futuro per la stesura dei bandi. Crediamo – conclude Bruni – in un turismo di territorio e in un progetto collettivo e ampio”.

Commenti