Grosseto, Cretella scaccia la paura al novantesimo

Più informazioni su

GROSSETO – L’urlo dello Zecchini, quello vero, definitivo, arriva al novantesimo, con il rigore trasformato da Cretella. Una paura cancellata proprio alla fine, dopo un primo tempo di grande spessore dove i biancorossi si erano portati in vantaggio con Moscati, subendo però il pari di Panariello a inizio ripresa. Tre punti fondamentali che avvicinano il Grosseto all’obiettivo salvezza.

Foto di Paolo Orlando

Prima della gara la società premia Matteo Gorelli per le 100 presenze in maglia biancorossa. Senza Fratini, e con Ciolli in panchina per un problema al polpaccio, Magrini davanti a Barosi schiera Gorelli e Polidori, centrali, con Raimo a destra e Campeol a sinistra. Vrdoljak in mediana, con l’esordio di Piccoli mezz’ala, affiancato da Sersanti. Sicurella si piazza dietro a Galligani e Moscati. Il primo vero squillo è quello giusto, con Galligani bravo a rubare palla anticipando il difensore ospite e a servire Moscati in mezzo all’area che al volo trafigge Biggeri per il vantaggio biancorosso. Il Grifone non accenna a diminuire, e pochi minuti dopo è ancora Galligani a servire una buona palla sotto porta a Sersanti, che trova però i guanti del portiere ospite. Alla mezz’ora ancora Galligani, tanto per cambiare, salta un avversario, entra in area e da posizione defilata cerca il gol, trovando però l’esterno della rete. La Lucchese si vede per la prima volta al 36’, con la punizione di Petrovic respinta dalla barriera. L’ultima emozione arriva con l’incornata di Piccoli, su calcio d’angolo, che sfiora il raddoppio. Stesso copione nella ripresa, con il Grosseto ancora a spingere per cercare il raddoppio. Al 10’ punizione di Sicurella, respinta dalla barriera, il pallone finisce a Sersanti che di testa prova a cercare la porta. Al 16’ la Lucchese pareggia i conti con Panariello, solo davanti porta, che sfrutta al meglio una palla inattiva. Gli ospiti prendono coraggio e due minuti dopo sfiorano addirittura il vantaggio con Bianchi, bravo a saltare due giocatori e ad andare il tiro, respinto però ottimamente da Barosi. Al 23’ Cruciani vede Barosi fuori dai pali e cerca il jolly dalla distanza, ma il pallone s’infrange sull’incrocio dei pali. La risposta del Grifone arriva con il nuovo entrato Boccardi, che dal limite trova la risposta di Biggeri. Al 34’ è Stijepovic a fallire davanti porta il vantaggio, dopo un errore del portiere. Al novantesimo il direttore di gara concede un rigore ai biancorossi per un fallo di mano: dagli undici metri va Cretella che non sbaglia e riporta avanti il Grosseto. L’ultima occasione è ancora per i maremmani, con Merola, servito da Raimo, che entra in area e calcia trovando la parata di Biggeri.

 

GROSSETO-LUCCHESE 2-1

GROSSETO: Barosi, Raimo, Gorelli, Polidori (30’ st Kalaj), Campeol, Vrdoljak, Sersanti, Piccoli (18’ st Stijepovic), Sicurella (18’ st Cretella), Galligani (30’ st Merola), Moscati (24’ st Boccardi). A disposizione: Chiorra, Comparini, Giannò, Ciolli, Gafà, Simeoni, Scaffidi. All. Magrini.

LUCCHESE: Biggeri, Panariello, Nannelli, Bianchi, Panati, Solcia, Meucci (39’ st Kosovan), Adamoli (1’ st Zennaro), De Vito, Sbrissa (1’ st Cruciani), Petrovic. A disposizione: Pozzer, Cellamare, Bartolomei, Marcheggiani, Scalzi, Caccetta, Galardi. All. Lopez.

ARBITRO: Luca Zucchetti di Foligno (Rizzotto di Roma2, Tinello di Rovigo).

RETI: 19’ Moscati, 16’ st Panariello, 45’ st rig. Cretella.

Più informazioni su

Commenti