Governo, Draghi accetta con riserva: «Sono fiducioso, rilancio del Paese è la sfida che ci attende» fotogallery

ROMA – Mario Draghi ha accettato con riserva l’incarico conferito dal presidente della Repubblica per la formazione di un Governo istituzionale.

Dopo il colloquio con Sergio Mattarella, Mario Draghi ha pronunciato le sue prime parole da presidente del consiglio incaricato. «È un momento difficile – ha detto Draghi di fronte ai giornalisti nella sala stampa del Quirinale – e la consapevolezza dell’emergenza richiede risposte all’altezza della situazione. Rispondo positivamente all’appello del presidente. Vincere la pandemia e rilanciare il paese sono le sfide che ci aspettano puntando anche sue risorse importanti messe a disposizione dal’Europa».

«Dobbiamo – ha aggiunto – avere uno sguardo attento al futuro della giovani generazione e una particolare attenzione alla coesione sociale. Mi rivolgerò al Parlamento. Sono fiducioso che dal confronto con i partiti, con i gruppi parlamentari e con le forze sociali emerga unità e capacità di dare risposte positive all’appello del presidente. Scioglierò la riserva al termine di questo confronto»

Commenti