Grosseto, torna la luce allo Zecchini: battuto il Piacenza 2-1

Più informazioni su

GROSSETO – E luce fu. Il Grifone torna a splendere tra le mura amiche dello Zecchini vincendo, e convincendo, una grande gara contro il Piacenza. Boccardi porta i maremmani in vantaggio nel primo tempo, mentre nella ripresa, dopo il rigore sbagliato da De Respinis, il Grosseto chiude la gara con Sersanti.

Foto di Paolo Orlando

Prima del fischio iniziale la società omaggia capitan Ciolli con una maglia con il numero 100, come le presenze in campionato con la maglia del Grifone. Senza Fratini, fuori per un’operazione al ginocchio, il mister si affida dal primo minuto a Kraja davanti alla difesa, dove aveva giocato lo scorso anno a Palermo, con Sersanti e Cretella mezz’ali. Solita difesa con Ciolli-Gorelli centrali, Polidori a destra e a sinistra Campeol preferito a Raimo. Sulla trequarti Sicurella, alle spalle della coppia Boccardi e Galligani. La prima incursione è del Grosseto, al 9’, con Galligani bravo a danzare tra tre avversari e servire Boccardi, anticipato all’entrata in area. Al quarto d’ora risponde il Piacenza, con un tiro di Maio sotto porta che dà l’illusione del gol. Al 18’ il Grifone passa: Campeol crossa in area, Cretella la tocca di testa e il pallone finisce a Boccardi per il rasoterra che gonfia la rete e regala ai maremmani il vantaggio. Al 22’ reagiscono gli ospiti con l’ottima punizione di Miceli che Barosi respinge centralmente e De Respiris, a un metro dalla porta, si fa dire nuovamente no dal numero uno biancorosso. Al 41’ Ciolli ferma con le cattive la discesa di un avversario e l’arbitro gli mostra il giallo, che gli farà saltare la gara con il Renate. La ripresa si apre ancora con un assalto biancorosso: Campeol serve ottimamente in area Boccardi che tra due difensori svetta e colpisce di testa, ma il tiro non è potente e Libertazzi si salva. All’8’ Kraja è bravo a far ripartire l’azione e Sicurella, dal limite, prova a concludere con un tiro che sfiora la traversa. Al 12’ il Piacenza pareggia i conti con De Respinis, ma l’arbitro segnala prontamente il fuorigioco annullando la rete. Al 20’ il Piacenza fallisce un calcio di rigore con De Respinis, calciando alto sopra la traversa. Cinque minuti dopo il Piacenza rimane in dieci per l’espulsione di Martinbianco. Alla mezz’ora Raimo è bravo a mettere in area, dal filo del fallo laterale, un pallone che sugli sviluppi dell’azione viene toccato di testa in rete da Sersanti per il 2-0. Il gol di Babbi nel recupero non cambia il risultato.

 

GROSSETO-PIACENZA 2-1

GROSSETO: Barosi, Polidori, Gorelli (23’ st Raimo), Ciolli, Campeol, Kraja, Sersanti, Cretella (14’ st Kalaj), Sicurella (23’ st Vrdoljak), Boccardi (23’ st Moscati), Galligani (31’ st Merola). A disposizione: Comparini, Giannò, Simeoni, Russo, Consonni, Scaffidi. All. Magrini.

PIACENZA: Libertazzi, Martimbianco, Miceli (9’ st Palma), Pedone, Scorza (18’ st Bruzzone), Maio (9’ st Lamesta), Battistini, Corbari, Visconti (32’ st Babbi), Simonetti, De Respinis. A disposizione: Stucchi, Renolfi, D’Iglio, Maritato, Daniello, Saputo, Galazzi, Cannistrà. All. Manzo.

ARBITRO: Adolfo Baratta di Rossano (Voytyuk di Ancona, Catani di Fermo).

RETI: 18’ Boccardi, 32’ st Sersanti, 48′ st Babbi.

NOTE: al 20’ st De Respinis fallisce un calcio di rigore. Al 25’ st espulso Martinbianco per doppia ammonizione.

Più informazioni su

Commenti