Quantcast

Stereotipi di genere, da progetto a manifesti: così i ragazzi sensibilizzano la città

FOLLONICA – Qualche giorno fa, nell’Aula Magna della scuola secondaria di primo grado Arrigo Bugiani, si sono incontrati gli studenti della II D con la loro insegnante Laura Parisi, Monica Grandi, responsabile di plesso, e gli assessori Barbara Catalani, Mirjam Giorgieri e Francesco Ciompi per discutere del progetto sviluppato dalla classe “Le parole sono sassi”, legato agli stereotipi e le differenze di genere.

I ragazzi hanno interagito e spiegato come hanno svolto il lavoro, specificando difficoltà e soprattutto insegnamenti e messaggi fatti propri  grazie agli approfondimenti effettuati, funzionali al progetto, dando voce alle loro emozioni, denotando spirito critico e interesse.

Gli assessori hanno evidenziato la necessità di sviluppare negli alunni la capacità di leggere le immagini e la realtà in genere con spirito critico, di rompere schemi e difendere le proprie idee ed opinioni . I ragazzi e le ragazze si sono entusiasmati all’argomento ed hanno esternato delle riflessioni che hanno denotato quanto l’argomento stia loro a cuore e come abbiano compreso la necessità di combattere gli stereotipi e certi schemi, che di solito nascondono prevaricazione, violenza fisica e psicologica.

Un’idea è nata dall’incontro, e su proposta degli assessori è stato valutato di promuovere questo bel lavoro dei ragazzi, attraverso la creazione, effettuata dai ragazzi, di manifesti da mostrare in città, per far riflettere.

Le ragazze ed i ragazzi della classe sono stati favorevolmente colpiti dalla proposta degli assessori, e volentieri hanno accolto l’opportunità di sensibilizzare la città grazie al loro lavoro, rendendoli così cittadini attivi e partecipi.

L’Istituto Comprensivo Leopoldo II di Lorena, che da anni lavora su queste tematiche, per altro inserite sia nelle competenze che nel Ptof,  ringrazia l’Amministrazione Comunale per l’attenzione al lavoro svolto e per l’opportunità offerta.

Commenti