Errori e finale stregato, Atlante Grosseto battuto in casa dall’Athletic Chiavari

GROSSETO – Amara battuta d’arresto per l’Atlante Grosseto, di nuovo beffato dall’Athletic Chiavari che prevale 2-1 alla Bombonera giovandosi come all’andata di alcuni errori dei maremmani.

Prima vera chance per il Grosseto al 7′ su rigore calciato da Spinelli che però finisce sul palo e carambola fra giocatori e portiere. Lo stesso Spinelli si rifà poco dopo al 9′ insaccando una respinta di Santarello sul tiro di un compagno, da azione innescata da Mateo, per l’1-0. Poco dopo bello scambio fra Mateo e Falaschi ma il tiro di quest’ultimo, ad un passo dalla porta, finisce fuori. Non sbaglia Raffo nella successiva ripartenza: 1-1. Altre chance per Mateo e subito dopo Varela, ma il risultato non cambia.

Ripresa più confusa, con l’Atlante che non sfrutta alcune chance per imprecisione o per minor mordente nelle azioni. Al 9′ punizione per il Chiavari che coglie il vantaggio con Mehillaj, per l’1-2. Poco dopo, Falaschi a terra in area rivale e altro rigore per i padroni di casa, ma dal dischetto Tezza si vede respingere fuori la sfera. Ancora un’occasione per Falaschi ma in area ligure c’è troppa confusione. Traversa di Ansaloni sul fronte ospite. Al 15′ discusso tiro libero per l’Athetic ma il rasoterra di Solari è preda di Ledda. Subito dopo, situazione fotocopia con Ledda che respinge di piede.

A questo punto i padroni di casa schierano il portiere di movimento e danno vita ad un forcing martellante: prima la traversa di Varela a portiere battuto, poi due tiri di Mateo parati da un Santarello in giornata stellare. A rendere ancora più teso il clima in campo, l’atterramento di Falaschi in area piccola senza nessun provvedimento degli arbitri. Sulla ripartenza del Chiavari, super respinta di Ledda su Borghi. Minuto finale con i biancorossi ancora in attacco, ma la porta rivale è come stregata.

Dopo tre vittorie viene così interrotto il bel ruolino di marcia dell’Atlante, che non riesce ad acciuffare neanche un meritato pari contro un avversario certamente dotato, ma anche agevolato da qualche episodio fortunoso.

Commenti