Terre rosse, ripartono i lavori per il nuovo ponte. Il sindaco: «Infrastruttura importantissima»

Più informazioni su

PIOMBINO – “Finalmente, dopo lo stop imposto dalle misure di contrasto alla pandemia, ripartono i lavori per la realizzazione del nuovo ponte delle Terre rosse”.

Il sindaco Francesco Ferrari questa mattina ha visitato il cantiere che entro la fine del mese di febbraio vedrà la demolizione della vecchia struttura. Al momento sono in corso i lavori per la messa in sicurezza della ferrovia sottostante e per il bypass delle tubature dell’acquedotto.

Il ponte, chiuso ormai dall’ottobre del 2018, sarà abbattuto e ricostruito: il costo complessivo dell’opera è di circa 815mila euro di fondi regionali nell’ambito Apea. Il progetto prevede il completo rifacimento del ponte, più largo del precedente, con una sola campata, barriere alte per garantire la sicurezza di chi lo attraversa e un nuovo impianto di illuminazione a led.

“Il ponte delle Terre rosse – continua il sindaco Ferrari – è un’infrastruttura importantissima che ci consentirà di risolvere alcuni gravi problemi di viabilità che attanagliano la nostra città: migliorerà il collegamento tra Colmata e la città e ripristinerà un importante raccordo stradale d’accesso a Piombino. Tutto, finalmente, in sicurezza. Il coronavirus e alcuni ritardi dovuti alle opere preventive da realizzare in raccordo con Ferrovie dello Stato e Asa hanno fatto slittare i lavori. Finalmente sono ripartiti a pieno regime e in pochi mesi consegneranno alla città il suo nuovo ponte”.

Più informazioni su

Commenti