Nuovo vicario del questore: è un dirigente esperto di mafia, droga e traffico di esseri umani

Più informazioni su

GROSSETO – Il 14 dicembre ha preso servizio a Grosseto il nuovo vicario del questore, primo dirigente della polizia di Stato Antonino De Santis, accolto dal questore Domenico Ponziani, dai funzionari e dal personale della questura e degli uffici delle specialità.

Calabrese di origine, in polizia dal 1994, al termine del corso di formazione presso l’istituto Superiore di Polizia in Roma, è stato nominato vice commissario della polizia di Stato ed assegnato a Crotone, per le esigenze della allora istituenda Questura. In quella sede ha ricoperto diversi incarichi tra cui quelli di capo gabinetto e dirigente della squadra mobile fino ad ottobre del 2005, anno in cui è stato trasferito alla questura di Palermo dove gli è stata affidata la dirigenza della sezione criminalità organizzata della squadra mobile, impegnata nell’attività antimafia nel territorio della Sicilia Occidentale.

Nel 2015 ha assunto l’incarico di dirigente della squadra mobile della questura di Catanzaro, organismo investigativo competente oltre che per il territorio di quella provincia, anche alle indagini di criminalità organizzata sulle province di Cosenza, Crotone e Vibo Valentia.
Nel 2018, trasferito alla questura di Firenze, ha diretto la Squadra Mobile del capoluogo di Regione sino all’affidamento, in data 14 dicembre, dell’incarico, appunto, di vicario del questore di Grosseto.

Nella sua carriera il nuovo vicario ha collaborato con le polizie di svariati paesi per contrastare la criminalità mafiosa, le organizzazioni transnazionali dedite ai commerci di droga su scala globale e quelle specializzate nel traffico di esseri umani. Ha tenuto lezioni e seminari in diverse scuole di polizia ed università. Nel corso degli anni ha ottenuto numerosissimi riconoscimenti per la propria attività professionale sia in ambito investigativo che di soccorso pubblico.

Più informazioni su

Commenti