Atlante Grosseto alle prese con il Chiavari, Izzo: «Gara importante che possiamo gestire»

GROSSETO – Ritorno al Palabombonera di via Lago di Varano per l’Atlante Grosseto, che riceverà la visita dei liguri dell’Athletic Chiavari nella seconda partita del girone di ritorno del campionato nazionale di calcio a 5 di serie B, girone C.

Un turno di stop forzato alle spalle della formazione del presidente Iacopo Tonelli per sospetto di positività per fortuna scongiurato; a livello di gare disputate alle spalle dei biancorossi ci sono tre vittorie più altrettanti punti a tavolino della giustizia sportiva per una precedente irregolarità di un team avversario. “I ragazzi stanno bene – ha raccontato l’allenatore Alessandro Izzo – anche se potrebbe esserci qualche defezione, ma stiamo sicuramente meglio dell’andata in cui eravamo falcidiati dalle assenze. Eppure a Chiavari avevamo in mano il controllo della partita finché successe l’inverosimile: tre tiri liberi sbagliati, errori abnormi a porta vuota, espulsione nefasta e infortunio del capitano Gianneschi. Ma la mia squadra è cresciuta, siamo consapevoli dei nostri mezzi e il pessimo inizio, parlo dei risultati e non dell’atteggiamento, ci obbliga a fare molte vittorie da qui alla fine. Veniamo da tre successi consecutivi e non vogliamo fermarci. Questa gara ha un’importanza unica”.

Il tecnico grossetano raccomanda pazienza: “Siamo in grado di gestire la gara dall’inizio alla fine ma dobbiamo rispettare i nostri avversari, che hanno 15 punti in classifica avendo vinto anche a San Giovanni in un campo molto ostico dove non si vince per caso. Mi fido pienamente dei miei: hanno capito che questa partita è decisiva se vogliamo ambire a qualcosa di importante”. Questi i calciatori convocati da Izzo e dal suo secondo Gianluca Piola: Ledda, Pasquini, Tamberi, Gianneschi, Baluardi, Spinelli, Tezza, Senesi, Falaschi, Mateo, Varela e Cipollini. Queste le designazioni arbitrali: Orgiu di Cagliari e Dessi di Oristano, cronometrista Pavia di Ostia Lido. Il fischio d’inizio è domani sabato alle 15 alla Bombonera.

Commenti