Consiglio Regionale, Commissione Aree interne: Donatella Spadi eletta vicepresidente-segretario

FIRENZE – Si è insediata oggi la Commissione Aree interne del Consiglio regionale con l’elezione della consigliera grossetana Donatella Spadi al ruolo di vicepresidente-segretario della Commissione.

La Commissione, che si aggiunge alle sei già esistenti, si occuperà del sostegno, della valorizzazione e della promozione delle aree interne della Toscana attraverso studi, analisi ed elaborazione di iniziative legislative e proposte operative per la giunta regionale.

“La commissione avrà un ruolo determinante per portare le problematiche delle aree rurali, marginali e periferiche al centro delle politiche della Regione – spiega Donatella Spadi -. In quelle che definiamo aree interne vivono oltre 1 milione di persone in tanti piccoli e piccolissimi centri che coprono quasi i 2/3 dell’intero territorio regionale. Sono territori e comunità che hanno bisogno di un’attenzione particolare e di politiche dedicate su tanti temi importanti come la salute, la mobilità, le infrastrutture materiali e digitali, la tutela dell’ambiente coniugata ad uno sviluppo economico sostenibile per il rilancio dei sistemi produttivi e occupazionali locali”.

“Sarà compito della commissione individuare le strategie regionali per invertire la tendenza allo spopolamento di queste aree ormai in atto – continua Spadi –. Credo che la ricetta sia puntare su lavoro e servizi alle persone. La crisi legata alla pandemia ha innescato dei meccanismi occupazionali e sociali che rivalutano la qualità della vita di queste aree. Penso ad esempio alla minore densità abitativa, alla qualità dell’ambiente, ma anche allo sviluppo dello smart working che però ha bisogno di una rete di connessione efficiente. Tutti mutamenti profondi del nostro vivere che possono rappresentare una opportunità per questi territori”.

“La Toscana ha storicamente dimostrato una forte attenzione alle diverse esigenze territoriali e sono sicura che il lavoro della commissione possa far fare un salto di qualità alle politiche regionali ed essere di stimolo per quelle nazionali – conclude Spadi -. Ringrazio i colleghi della fiducia che mi hanno accordato, cercherò di svolgere questo ruolo con la massima dedizione, nell’interesse delle tante comunità toscane che guardano con attenzione all’avvio di questo percorso”.

Commenti