Tassa di soggiorno, Pizzichi: «L’amministrazione vuole estenderla, un’altra mazzata per il turismo»

FOLLONICA – “In un momento di dura crisi economica che sta colpendo tantissime attività e di grave incertezza dovuta all’emergenza covid, l’amministrazione comunale di Follonica ha incredibilmente deciso di colpire il settore turistico della città con l’estensione di altre tasse sul turismo”, dichiara il consigliere della Lega Daniele Pizzichi.

“Nella prossima modifica al regolamento dell’imposta di soggiorno, appena trasmesso ai consiglieri comunali, si può notare che l’amministrazione comunale ha deciso, all’insaputa degli operatori del settore, di estendere il periodo di applicazione dell’imposta di soggiorno a tutte le strutture ricettive (con l’inserimento delle seconde case) dall’1 aprile, e non più dall’1 giugno, fino al 30 settembre.

proposta modifica tassa soggiorno 18/1/2021

È così che il centrosinistra cerca di andare in contro alla destagionalizzazione? È assurdo che in un momento di grave incertezza per le attività anziché incentivare il turismo si adottino queste misure.

Inoltre è incomprensibile il perché di questa scelta. Perché l’amministrazione ha così bisogno di batter cassa? Il comune di Follonica ha in bilancio un avanzo di amministrazione di un milione e 800mila euro per il 2020, quindi i soldi non mancano.

Mi auguro che l’amministrazione rinunci a questa folle proposta”, conclude.

 

Commenti