Quantcast

Giannone contro amministrazione: «Fanno le cose alla ‘zittina’, governo poco trasparente»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – “Il sindaco si nasconde dietro concetti volutamente confusi della sua vice, quando nell’ultimo comunicato stampa ancora non riportano le motivazioni chiare del perché Sei Toscana li ha citati in giudizio” replica il capogruppo di opposizione Michele Giannone.

“Continua il loro modo poco trasparente e di condurre la macchina amministrativa alla ‘zittina’ – prosegue -. Nonostante Sei Toscana li trascinino in giudizio, la vice sindaca insiste a voler portare avanti con la controparte giudiziaria di Sei Toscana la sperimentazione dei “cassonetti intelligenti”. Forse ce li regalano senza ribaltare il costo sulle già esose bollette?

Si sfiorano le comiche politiche quando cita il “nesso logico” tra quello che lei pensa siano i cassonetti intelligenti rispetto “all’applicazione della nuova normativa sui rifiuti sulla diversa modalità di calcolo dei costi del servizio dell’igiene urbana”.

La vice sindaca non è stata ancora in grado di dimostrare quanto risparmierà, o meglio se mai risparmierà, il cittadino castiglionese con i cassonetti, che, di quel citato “intelligente”, ancora devono dimostrare di avere qualcosa.

Rimaniamo in attesa di un suo urgente comunicato stampa sul se e quanto si risparmierà mediamente sulla futura tariffa Tari con i cassonetti intelligenti e soprattutto se questi saranno o pure no ribaltati sul canone dell’utente.

Consigliamo di concentrarsi sulla causa di Sei Toscana piuttosto che sulle sue aspirazioni a sindaca della sinistra, una posizione che sembra ormai occupata dal suo compagno di giunta Mazzarello, dopo le ultime indiscrezioni giornalistiche” conclude.

Commenti