I cinque sensi della comunicazione al Polo Bianciardi: la scuola si racconta

GROSSETO – Nasce, quasi dieci anni fa, da una costola dello storico Istituto Einaudi, dal quale trae il radicamento sul territorio e la caratterizzazione professionalizzante dei propri indirizzi, a cui coniuga la volontà di promuovere e coltivare le passioni artistiche, musicali, coreutiche dei giovani della provincia di Grosseto, e la capacità di stare al passo con i tempi in ambito informatico e multimediale. Declina la sua vocazione formativa sulla Comunicazione e acquisisce, con il nuovo status, un nuovo importante nome, intellettualmente ed emotivamente significativo per ogni grossetano: quello di uno dei più innovativi scrittori del ‘900 italiano, il concittadino Luciano Bianciardi.

polo scolastico bianciardi

Realtà solida, dunque, sul territorio grossetano, il Polo della Comunicazione Bianciardi è la scuola dove la comunicazione si manifesta, si lascia educare e coltivare in ogni sua forma e declinazione. Una comunicazione che da qui parte, per dirigersi verso il “futuro” come lascia intuire il logo dell’Istituto, composto da cinque frecce, una per ogni indirizzo scolastico, che si aprono verso l’esterno, verso nuovi orizzonti.

Sono ben cinque le forme di comunicazione che trovano la loro equilibrata collocazione nell’offerta formativa del Polo Bianciardi. Da quella più antica, universale, che ritroviamo nell’arte figurativa, musicale e della danza, fino alle più moderne tecniche di comunicazione visiva e multimediale, social e web, applicata al marketing aziendale.

Un’offerta formativa dunque completa, coerente e al tempo stesso variegata e differenziata secondo le diverse inclinazioni, talenti, competenze, passioni dei tanti ragazzi che ogni anno trovano nel Bianciardi il loro naturale ambiente formativo e di crescita personale.

polo Bianciardi

Cinque indirizzi collocati su tre sedi ampie, capienti, luminose, ricche di spazi laboratoriali creati ad hoc per ogni indirizzo e per ogni disciplina specifica: la sede di Piazza de Maria è dotata di un grande auditorium per la musica, una sala danza moderna e attrezzata, la sede di Via Brigate si caratterizza per i laboratori tecnologici con le più avanzate tecnologie grafiche e multimediali, ma anche studi fotografici e ambienti per la post-produzione cinematografica; nel colorato Liceo di Via Pian D’alma si aprono aule che sono veri e propri atelier d’arte e studi di architettura.

Ma il Polo Bianciardi sa fare anche di più: è sempre attento, aperto e accogliente nei confronti dei rapidi cambiamenti socioculturali della nostra epoca e sa oltrepassare nuove frontiere: è il caso dell’indirizzo Servizi Commerciali che da poco più di un anno ha riprogrammato il suo piano di studi declinandolo nella forma del “WEB Community”, per porre una particolare attenzione alla formazione per il mondo del Web e dei Social Media in relazione al marketing aziendale.

LICEO COREUTICO

polo Bianciardi

Le studentesse del Liceo Coreutico in scena Teatro Moderno. Ritratto D’Inverno, coreografia Barbara Acero, musica Antonio Vivaldi

E’ il liceo per tutte quelle ragazze e ragazzi che amano e praticano la danza classica e moderna e che desiderano conseguire un diploma liceale continuando a seguire e a specializzarsi nella danza. Si tratta, infatti, di un percorso liceale vero e proprio, arricchito da materie teoriche e pratiche inerenti la danza, nei due indirizzi classico e contemporaneo. Al termine dei cinque anni di studio, il diplomato del coreutico potrà vantare una conoscenza approfondita di generi, opere, autori e movimenti della danza, correttamente inseriti nel loro contesto storico e sociale. Le lezioni teoriche e pratiche inerenti alla danza (storia della danza, storia della musica, tecnica della danza classica e contemporanea, laboratori coreografici e coreutici) affiancano le materie tradizionali, in modo che al termine dei cinque anni le competenze umanistiche e scientifiche proprie dei licei siano bene integrate con le capacità progettuali e di realizzazione tipiche delle attività artistiche, così da poter accedere all’Accademia della Danza, l’Alta Formazione Artistica, oltre che a qualunque facoltà universitaria. A livello nazionale molti studenti che provengono dai Licei Coreutici sono danzatori professionisti in importanti compagnie italiane ed estere.

LICEO MUSICALE

polo Bianciardi

Gli studenti del Liceo Musicale in concerto

Il percorso del Liceo Musicale si rivolge a tutti i ragazzi che hanno una grande passione per la musica, e assicura la continuità dei percorsi formativi per gli studenti provenienti dai corsi ad indirizzo musicale attivati nelle scuole secondarie di primo grado. E’ un liceo indirizzato all’apprendimento tecnico-pratico della musica, allo studio del suo ruolo nella storia e nella cultura attraverso gli aspetti della composizione, interpretazione, esecuzione e rappresentazione. Approfondisce la cultura liceale grazie ad una rinnovata didattica pluridisciplinare che parte dallo studio teorico e pratico della musica. In questo modo lo studente avrà le competenze necessarie per comprendere il patrimonio musicale sotto gli aspetti della composizione, della storia, dell’esecuzione e dell’interpretazione.

Alla fine del percorso liceale lo studente saprà seguire, interpretare e comprendere, con il primo e il secondo strumento, opere di epoche, generi e stili diversi anche dal punto di vista storico e compositivo, partecipare ad insiemi vocali e strumentali con adeguata capacità di interazione con il gruppo. Avrà inoltre una formazione culturale di base idonea per il proseguimento degli studi in tutti gli ambiti universitari e una preparazione musicale necessaria per sostenere l’esame di ammissione ai Corsi Accademici di I° livello dei Conservatori di musica.

LICEO ARTISTICO

polo Bianciardi

Installazione di opere in Piazza Dante, una sorta di galleria-museo a cielo aperto. Il titolo del tema era “i giovani ingegni e le magnifiche eccellenze” e il Liceo Artistico scelse Leonardo Da Vinci come esempio della magnificenza Toscana e la Gioconda come simbolo della sua genialità

Lo storico Liceo Artistico grossetano affianca le competenze umanistiche e scientifiche proprie dei licei alle capacità progettuali e di realizzazione tipiche delle attività artistiche, allo studio dei fenomeni estetici e alla pratica artistica, all’acquisizione delle tecniche relative alle arti, alla conoscenza del patrimonio storico-culturale, cogliendone appieno la presenza e il valore nella società odierna. Dopo il biennio comune, gli studenti scelgono fra i seguenti indirizzi di studio: arti figurative (pittura–scultura) o architettura e ambiente.

A conclusione del percorso di studio, i diplomati del Liceo Artistico sanno cogliere i valori estetici, concettuali storici, culturali nelle opere, conoscono le problematiche relative alla tutela, alla conservazione e al restauro del patrimonio artistico e architettonico, sanno applicare le tecniche grafiche, pittoriche, plastico-scultoree, architettoniche e multimediali, collegando tra i diversi linguaggi artistici, oltre a conoscere e padroneggiare i processi progettuali e operativi e utilizzare in modo appropriato tecniche e materiali. Così, oltre a qualunque facoltà universitaria, il diploma del Liceo Artistico permette l’accesso a Istituti di Alta formazione Artistica come Accademia di Belle Arti, ISIA, Architettura, Arredo, Design, Restauro, Moda, Illustrazione e Fumetto, Grafica. Molti studenti del Liceo Artistico grossetano sono ormai artisti affermati in tutti settori e portano alto il nome di Grosseto e del suo Liceo Artistico nel mondo.

TECNICO PER LA GRAFICA E LA COMUNICAZIONE

polo Bianciardi

Tecnico Grafica e Comunicazione. Laboratorio Mac postazione con tavoletta grafica e fotoripresa.

La specificità del Tecnico della grafica e comunicazione è la comunicazione interpersonale e di massa, con particolare riferimento all’uso delle tecnologie per produrla; interviene nei processi produttivi che caratterizzano il settore della grafica, dell’editoria, della stampa e i servizi ad esso collegati, curando la progettazione e la pianificazione dell’intero ciclo di lavorazione dei prodotti.

Al fianco delle discipline comuni, la scuola offre infatti materie tecniche come Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica, Tecnologie informatiche, Teoria della Comunicazione e Progettazione Multimediale. Gli studenti realizzano cortometraggi, videoclip, spot pubblicitari, siti web, servizi giornalistici per la televisione; lavorano su programmi di progettazione grafica, di montaggio video; allestiscono set fotografici, organizzano eventi teatrali e multimediali. A guidare i ragazzi, docenti professionisti del mondo del cinema, della fotografia e della comunicazione, come ad esempio il Regista di fama nazionale Francesco Falaschi. (https://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Falaschi)

Dopo il diploma l’Indirizzo Tecnico offre la formazione universitaria in qualunque facoltà universitaria, con una particolare inclinazione verso corsi di laurea in Scienze della Comunicazione o diplomi di laurea in DAMS. Offre però anche molte immediate opportunità di lavoro presso case editrici, studi grafici, tipografie, studi fotografici, mittenti televisive, redazioni giornalistiche, case di produzione cinematografica

PROFESSIONALE per i SERVIZI COMMERCIALI – WEB COMMUNITY (CL@SSI 2.0)

polo Bianciardi

I nuovi servizi commerciali Web Community

Rinnovatosi completamente nell’a.s.2018-2019, il Professionale per i Servizi Commerciali – Web community ha oggi specifiche caratteristiche per sviluppare competenze professionali che sanno essere il supporto operativo delle aziende nella gestione dei processi amministrativi e commerciali, nella promozione delle vendite e per l’immagine aziendale. I progetto CL@SSI 2.0 prevede, tra l’altro, che si utilizzino prevalentemente strumenti informatici come personal computer (assegnati dalla scuola in comodato d’uso) al posto dei tradizionali libri cartacei. Saper usare consapevolmente PC e Web è infatti oggi indispensabile e imprescindibile nell’attività di promozione sia delle vendite che dell’immagine aziendale. Gli alunni infatti attraverso l’utilizzo dei nuovi strumenti di comunicazione compresi quelli della pubblicità on-line e dei Social Network si cimentano in simulazioni aziendali e si rapportano con le varie istituzioni pubbliche e private del territorio. Il diplomato, infatti, tra le tante opportunità in ambito aziendale, potrà lavorare per gestire la comunicazione aziendale sui social network e le tecnologie informatiche di più ampia diffusione allo scopo di comunicare e promuovere con efficacia la mission e i prodotti/servizi del committente, anche grazie allo studio della seconda lingua straniera, e sarà in grado di implementare il sistema informativo aziendale. Potrà comunque continuare a formarsi in enti di Formazione Superiore, Accademie, Università.

Lo spot dell’Istituto Bianciardi è realizzato dai docenti di Progettazione multimediale Luca Di Maggio e Federica Cipolletta

Commenti