Centro sportivo bruciato: partono la gara di solidarietà e la sottoscrizione

GROSSETO – Dopo l’incendio che ha devastato il centro sportivo dell’Atl il Sole in via Leoncavallo è partita la gara di solidarietà per aiutare i titolari a rimettere in piedi la struttura. «L’incendio scoppiato due giorni fa in città ha devastato l’impianto sportivo di via Leoncavallo riducendo in cenere l’intera struttura dell’ ATL Il Sole» afferma il presidente dell’associazione Maremma in movimento Emanuele Perugini.

«Un evento che, date le circostanze e le modalità con cui si è verificato, è da ricondursi all’origine dolosa. Ai molti messaggi di vicinanza pervenuti ai due titolari Carlotta Incalza e Francesco Gazzillo si è unita un’iniziativa concreta a supporto dei due imprenditori pensata affinché, il danno subito, sommato alle restrizioni dovute all’emergenza Covid-19, non li veda costretti a chiudere l’attività». È quella dell’associazione Maremma in Movimento, «realtà aggregativa nata dall’adesione spontanea di diversi cittadini, da sempre impegnata sui temi più importanti che riguardano la città ed il territorio».

«Il nostro intento una volta appresa la notizia – spiega Emanuele Perugini – è stato quello di adoperarsi subito affinché, in un frangente così difficile per una famiglia che vive di quel lavoro, dà lavoro ed offre un servizio per la collettività legato alla pratica sportiva ed al sano intrattenimento, potesse contare sulla disponibilità di risorse immediate messe a disposizione dalla buona volontà di tanti cittadini. Per questo abbiamo deciso di impegnarci in prima persona e di lanciare la sottoscrizione attraverso il social netwrork Facebook. Ci auguriamo che gli sviluppi di questa triste vicenda – prosegue Perugini – la dove venga dimostrato l’atto doloso, serva perlomeno a dimostrare a quei vigliacchi che si sono macchiati di questo gesto criminale, che se il loro intento era quello di scoraggiare, si sbagliavano di grosso. Perché la nostra comunità è più forte di una bassezza simile e totalmente immune dalla paura derivante da atti intimidatori di questo tipo».

Chi volesse partecipare a questa campagna di sottoscrizione lo potrà fare collegandosi al link https://www.facebook.com/donate/ o nella pagina del Atl il Sole.

Commenti