Quantcast

Isis Leopoldo II di Lorena. La scuola che guarda al futuro e promuove le risorse del territorio fotogallery

GROSSETO – L’Istituto Leopoldo II di Lorena comprende sei indirizzi di studi situati su due sedi ampie caratterizzate dalla presenza di vari laboratori provvisti di attrezzature moderne e avanzate: il Tecnico Agrario, Agroindustria e Agroalimentare; il Tecnico Chimico per le Biotecnologie Sanitarie; il Professionale per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale; il Professionale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera; il Professionale per la Sanità e l’Assistenza Sociale; l’Operatore del Benessere.

Leopoldo II di Lorena

L’Istituto offre inoltre l’istruzione rivolta agli adulti per l’Indirizzo professionale Enogastronomico e per l’Indirizzo Tecnico Agrario.

Per arricchire il lavoro d’aula attraverso modalità didattiche più motivanti, l’Istituto propone progetti culturali riguardanti diversi campi di interesse, dall’ambiente alla storia, alle nuove tecnologie.  I piani di studio di ogni indirizzo sono arricchiti da percorsi di approfondimento del settore specifico che prevedono anche attestati e certificazioni. Un aspetto comune a tutti i percorsi è la particolare attenzione dedicata all’apprendimento della lingua straniera. Per gli studenti che ne fanno richiesta, l’Istituto offre l’opportunità del potenziamento linguistico della lingua inglese in orario curricolare, dove il docente della materia è affiancato ad una insegnante madrelingua per due ore su tre favorendo l’approfondimento di importanti competenze nel listening e nello speaking. L’Istituto propone poi esperienze con progetti Erasmus, certificazioni linguistiche e soggiorni-studio all’estero.

Il “Leopoldo II di Lorena” partecipa regolarmente a concorsi e progetti proposti da enti esterni: gare studentesche sia nell’ambito tecnologico che umanistico, iniziative proposte a livello territoriale e nazionale, anche in collaborazione con gli enti locali.

Naturalmente, da non dimenticare, l’attività di stage che si svolge per gli indirizzi professionali già dalla classe seconda e dalla terza nei tecnici, grazie alla quale i ragazzi entrano in contatto diretto con il mondo del lavoro mettendo in atto le competenze acquisite e approfondendo le conoscenze direttamente in ambiente lavorativo. Gli stage delle classi terze, quarte e quinte si inseriscono e caratterizzano il percorso per le competenze trasversali per l’orientamento (PCTO ex alternanza scuola- lavoro).

TECNICO CHIMICO PER LE BIOTECNOLOGIE SANITARIE

“Il Tecnico Chimico per le Biotecnologie Sanitarie” è un indirizzo consigliato a chi è interessato alle discipline scientifiche, alla ricerca e alle nuove tecnologie. Il corso assicura una preparazione generale in tutte le materie e una solida formazione scientifica che nel triennio si orienta verso le discipline sanitarie e le biotecnologie moderne, fatto che rende la nostra offerta formativa di grande attualità; nel triennio si affronta lo studio del corpo umano con le sue patologie e si apprendono le metodologie di analisi di laboratorio chimico, biochimico e microbiologico. Si tratta pertanto di una scuola moderna e dinamica che assicura gli apprendimenti attraverso una costante e accurata attività di laboratorio dove gli alunni imparano tecniche all’avanguardia come la PCR, l’elettroforesi su gel, l’analisi spettrofotometrica o la riproduzione di modellini anatomici e chimici con la stampante 3D.

Leopoldo II di Lorena

Le rilevanti competenze sulle tecniche microbiologiche e sulle analisi strumentali, che già è possibile acquisire nelle ore curricolari della mattina, vengono potenziate grazie a corsi extracurricolari anche con rilascio di attestato (Primo soccorso, Sicurezza, HACCP e certificazioni linguistiche), a stages ed esperienze svolte presso laboratori di analisi cliniche e di analisi sul controllo igienico sanitario di aziende private e pubbliche (PCTO). A completamento del corso le opportunità per il futuro sono sia l’inserimento diretto nel mondo del lavoro in laboratori di analisi strumentali chimico-cliniche, di industrie farmaceutiche e di controllo sugli alimenti, sia la possibilità di intraprendere tutti gli studi universitari con particolare riferimento al campo medico-sanitario, farmaceutico e biotecnologico.

Leopoldo II di Lorena

Nel Centro Ricerche CRISBA gli studenti della nostra scuola prendono parte in prima persona a sperimentazioni di alto livello scientifico, svolte in collaborazione con numerose Università italiane, lavorando al fianco di colleghi più grandi, ex-diplomati della scuola, oggi studenti universitari, che effettuano tesi di laurea e di dottorato presso il Centro Ricerche.

ISTITUTO PROFESSIONALE PER L’ENOGASTRONOMIA E L’OSPITALITA’ ALBERGHIERA

L’Istituto per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera si rivolge a studenti   interessati alla valorizzazione dei prodotti   tipici della ristorazione e dell’ambito turistico. Si tratta di un corso che offre un’ampia formazione culturale privilegiando metodologie laboratori ali già dal primo anno.

I numerosi laboratori consentono esercitazioni pratiche di cucina, pasticceria, sala-bar, ricevimento e la conoscenza di specifici pacchetti applicativi di gestione alberghiera. Tutte le articolazioni che portano all’Esame di Stato,     prevedono anche una  Qualifica regionale alla fine della terza classe.

Leopoldo II di Lorena

Gli stages presso le aziende permettono agli studenti di   conoscere e farsi conoscere nella rete occupazionale settoriale  agevolando le loro possibilità lavorative. Dopo il primo biennio gli studenti potranno scegliere tra uno dei seguenti indirizzi:  Enogastronomia o Enogastronomia Prodotti dolciari, artigianali ed industriali per intervenire nella valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e presentazione dei prodotti enogastronomici; Servizi di Sala e Vendita per svolgere attività di somministrazione, produzione e vendita di prodotti e servizi enogastronomici; Accoglienza Turistica per intervenire nei diversi ambiti delle attività di ricevimento, di segreteria e portineria d’albergo, di gestire e organizzare i servizi di accoglienza turistico- alberghiera.

Leopoldo II di Lorena

Il diploma che abilita al SAB (somministrazione alimenti e bevande ex iscrizione REC) e certifica l’HACCP, consente di lavorare in tutti i settori turistico -ricettivi- alberghieri nonché di proseguire gli studi in ambito universitario privilegiando le Scienze e tecnologie alimentari, la Qualità e sicurezza degli   alimenti, le Scienze del turismo e,  non ultimo, la possibilità di iscriversi all’ITS “E.A.T.”

ISTITUTO TECNICO AGRARIO 

 “Il Tecnico Agrario, agroindustria e agroalimentare” prevede due articolazioni “Gestione Ambiente e Territorio” e “Viticoltura ed Enologia” che spaziano dal settore agronomico-ambientale e zootecnico a quello più specifico della produzione vitivinicola, affrontando le tematiche legate alle biotecnologie applicate nel settore agroalimentare e l’impiego razionale ed ecosostenibile delle risorse agricole con particolare riguardo alla produzione biologica, al processo della trasformazione dei prodotti ed al controllo degli alimenti.

Leopoldo II di Lorena

In questo anno scolastico, l’Istituto ha inaugurato anche una nuovissima cantina didattica, con cui gli studenti realizzano l’intero processo di vinificazione utilizzando macchine enologiche su scala reale, come la pigiadiraspartrice, la  pressa pneumatica e una batteria di serbatoi in acciaio inox, anche refrigerati, per un totale di 4.000 litri. Nel nuovissimo laboratorio adiacente, tramite le innovative celle di lettura fotometrica a LED, i ragazzi analizzano il vino prodotto. Attraverso stages ed esperienze di alternanza scuola-lavoro (PCTO) lo studente entra in contatto con le aziende del territorio e sviluppa competenze nei vari settori produttivi agro-alimentari, vitivinicoli e zootecnici. A completamento del corso le opportunità per il futuro sono sia l’inserimento diretto nel mondo del lavoro come liberi professionisti “Periti Agrari” sia la possibilità di intraprendere, con solide basi, gli studi universitari in tutte le facoltà scientifiche e in particolare del settore.

Leopoldo II di Lorena

Dopo il diploma si può intraprendere anche il percorso biennale post diploma ITS “E.A.T. – Eccellenza Agro-alimentare Toscana” per conseguire il titolo di Tecnico Superiore con una formazione altamente specializzata e con immediata prospettiva occupazionale. Da alcuni anni l’Istituto è uno dei pochi in Italia a poter vantare al proprio interno un Centro Ricerche nel settore agroalimentare e ambientale con laboratori di microbiologia e micropropagazione vegetale. Nel Centro Ricerche CRISBA gli studenti del Tecnico Agrario prendono parte così in prima persona a sperimentazioni di alto livello scientifico, svolte in collaborazione con numerose Università italiane, lavorando al fianco di colleghi più grandi, ex-diplomati della scuola, oggi studenti universitari, che effettuano tesi di laurea e di dottorato presso il Centro Ricerche.

ISTITUTO PROFESSIONALE PER L’AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE

Il Professionale per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale” prepara per operare in tutti gli ambiti agroproduttivi che caratterizzano il nostro territorio ed in particolare, nella valorizzazione, produzione dei prodotti agrari e agroindustriali nel settore tradizionale e biologico,  nella gestione delle aree protette e dei parchi, nel controllo della fauna selvatica. Dal primo anno inoltre viene attivato il percorso IeFP per il conseguimento di una Qualifica triennale di “Operatore Agricolo” (corrispondente al secondo livello europeo).

Leopoldo II di Lorena

Il sistema IeFP è finalizzato ad offrire agli studenti, attraverso l’integrazione tra il sistema dell’istruzione e quello della formazione professionale, un’offerta unitaria, coordinata e flessibile, in grado di rispondere alle esigenze e alle aspettative di ognuno. Da questo anno, per andare incontro alle richieste del mondo del lavoro, sono state inserite le materie riguardanti l’Agricoltura Sostenibile e la Gestione dei parchi, aree protette e fauna selvatica; questo permette di ampliare le competenze in uscita degli studenti che potranno ricoprire ruoli anche nella gestione delle aziende faunistico – venatorie e nella gestione delle aree per il controllo della fauna selvatica.

Leopoldo II di Lorena

Durante il triennio è possibile conseguire la patente per la conduzione di mezzi agricoli, l’attestato HACCP e il Patentino per i fitofarmaci.

L’Istituto inoltre vanta un’azienda agraria in località Macchiascandona che offre agli studenti la possibilità di svolgere regolarmente le esercitazioni e le attività di simulazione di impresa in un ambiente protetto, dove anche il trasporto è assicurato con i mezzi della scuola. Il titolo di studi conseguito dà accesso alle facoltà universitarie nonché alla libera professione di “Perito Agrotecnico”.

ISTITUTO PROFESSIONALE SERVIZI PER LA SANITA’ E L’ASSISTENZA SOCIALE

Il nuovo percorso di studi “Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale” consente sbocchi nelle professioni sociali e sanitarie creando una figura “ponte” tra Operatore Socio Sanitario (O:S:S- III Livello EQF) e la figura dell’infermiere professionale laureato. L’istituto partecipa alla rete della scuole autorizzate a far svolgere, all’interno del diploma quinquennale, il corso di formazione per Operatori Socio Sanitari ( O.S.S.) che offre ai nostri studenti l’opportunità di acquisire anche un secondo titolo particolarmente interessante per partecipare ai concorsi banditi da ospedali, cliniche e strutture sanitarie. ( Decreto n. 706 del 19/07/2016 della Regione Toscana).

Leopoldo II di Lorena

Primaria importanza rivestono i periodi di alternanza scuol- lavoro dove gli studenti incontrano gli esperti del settore e svolgono attività di tirocinio (stage) presso le strutture del territorio.

Perché scegliere questo indirizzo:

  • per imparare a conoscersi e a prendersi cura di se stessi e degli altri;
  • per imparare ad entrare in relazione con diverse tipologie di utenze e di professionisti;
  • per acquisire competenze nell’animazione sociale, ludica e culturale;
  • per approfondire la conoscenza del corpo umano e promuovere comportamenti e stili di vita corretti;
  • per sperimentare concretamente, da subito, quanto appreso in classe attraverso attività laboratoriali e progetti.
Leopoldo II di Lorena

Le opportunità per il futuro:

L’inserimento diretto nel mondo del lavoro

• nei servizi socio educativi e/o socio assistenziali

( ludoteche, colonie estive, centri per le famiglie, asili nido, doposcuola, trasporto scolastico, sostegno alla socializzazione, strutture per persone diversamente abili e per anziani);

• nell’animazione ludica e culturale ( soggiorni estivi, baby club nelle strutture turistiche)

• nelle strutture sanitarie come O.S.S.

OPPURE

• intraprendere gli studi universitari in campo sociale, educativo e paramedico;

• partecipare a tutti i concorsi banditi dagli enti pubblici sia centrali che periferici per i quali è richiesto un diploma di stato e/o il titolo di operatore socio sanitario.

OPERATORE DEL BENESSERE INDIRIZZO: ESTETICA

Il corso di studi di Operatore del Benessere – Estetista è un indirizzo di Istruzione professionale triennale dedicato all’estetica e al benessere psico-fisico. La formazione avviene attraverso lezioni teoriche e attività tecnico-pratiche svolte da figure professionali operanti sul mercato (estetiste, massaggiatrici, visagiste di comprovata esperienza) che collaborano con la scuola. Le rilevanti competenze tecniche acquisite in orario curricolare vengono potenziate da numerose ore di stages in alternanza scuola-lavoro in centri estetici, Beauty Farms, Centri Fitness, individuati dalla scuola, che rappresentano un momento formativo di grande valenza in quanto le competenze e le conoscenze vengono approfondite e impostate sulla dimensione lavorativa e con il diretto contatto con il cliente.

Leopoldo II di Lorena

Con gli stages gli studenti possono farsi conoscere nella rete occupazionale settoriale agevolando le loro possibilità lavorative. Il quarto anno permette un’ulteriore specializzazione nelle materie professionalizzanti e prevede inoltre una preparazione economica-amministrativa e legale per acquisire competenze manageriali, in quanto la qualifica di TECNICO DELLE CURE ESTETICHE abilita all’esercizio della professione come titolari. Sostenendo degli esami di riallineamento, è possibile rientrare nell’ultimo anno del Professionale Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale per il conseguimento del diploma di Stato di scuola media superiore quinquennale.

Leopoldo II di Lorena

Commenti