Quantcast

La Maremma si prepara alla riapertura delle scuole, Vivarelli Colonna: «Per un rientro all’insegna della sicurezza»

GROSSETO – Lunedì, 11 gennaio, le scuole saranno aperte per accogliere il 50% dei ragazzi e la battaglia per evitare il contagio da Covid-19 si gioca sugli autobus di tutta la provincia.

Il Piano per il trasporto scolastico, elaborato dalla Provincia di Grosseto e dai Comuni insieme alla Prefettura, ai volontari della Croce Rossa Italiana, la Protezione civile, la Polizia provinciale e la Tiemme, è pronto ad essere attuato.

Saranno, infatti, previsti ben trentasei ulteriori autobus, noleggiati da varie società private, che affiancheranno quelli della Tiemme per bissare le corse scolastiche originariamente programmate.

Saranno presenti, inoltre, i volontari della Croce Rossa italiana, le unità della Protezione civile, della Polizia provinciale e della Tiemme, per fornire un servizio atto al controllo dell’uso corretto della mascherina e che non si formino gli assembramenti.

A fianco di quest’ultimi, saranno presenti anche gli “steward degli studenti”, ovvero una trentina di volontari su base provinciale legati al progetto “Ti accompagno” della Regione Toscana. Iniziativa che ha assegnato alla Provincia di Grosseto un finanziamento di 41mila euro.

La volontà è quella di presidiare circa trenta fermate degli autobus, individuate come le più critiche, per garantire una maggiore sicurezza per i giovani passeggeri e per sensibilizzare i ragazzi sul rispetto delle normative. Le aree in questione sono quelle di Grosseto, Roccastrada, Paganico, Massa Marittima, Follonica, Gavorrano, Monte Argentario, Orbetello, Arcidosso e Castel del Piano

Il servizio partirà l’11 gennaio e proseguirà per trenta giorni consecutivi. Successivamente l’iniziativa continuerà, con cadenza alternata, anche nei mesi successivi fino al termine dell’anno scolastico.

“Non possiamo assolutamente rischiare che la salute dei nostri studenti venga lasciata all’incuria e alla disorganizzazione – hanno dichiarato Antonfrancesco Vivarelli Colonna, presidente della Provincia di Grosseto, e Marco Biagioni, consigliere provinciale con delega alla viabilità. – l’obiettivo è quello di evitare che il ritorno a scuola possa trasformarsi in un momento di assembramento e di mancato rispetto delle normative relative al Covid-19. Ovviamente, non possiamo permetterci di dissipare tutto quello che di buono è stato fatto fino ad oggi. Vogliamo, infine, cogliere l’occasione per augurare ai nostri ragazzi i migliori auguri per l’inizio della seconda parte dell’anno scolastico. La speranza è che non ci siano più interruzioni e che la comunità possa riprendersi, sempre in sicurezza e con cautela, la propria quotidianità”.

Commenti